A Caselle consegnati da Leonardo i primi due Eurofighter Typhoon all’Aeronautica del Kuwait

0
559

Leonardo ha consegnato alla Aeronautica del Kuwait la prima coppia di caccia bombardieri Eurofighter Typhoon.

La cerimonia di consegna è avvenuta in presenza dell’Ambasciatore del Kuwait in Italia Sheikh Azzam Al-Sabah e degli alti vertici della Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Kuwaytiyya o Kuwait Air Force e delle FF.AA. del Paese medio orientale.

I due velivoli decolleranno alla volta del Kuwait la prossima settimana e saranno i primi Typhoon ad essere dotati del radar Captor-E Mod.0 sviluppato da Leonardo.

Nel 2015 il Kuwait ha ordinato all’Italia 28 caccia bombardieri Eurofighter Typhoon; rappresentano al momento, la versione più moderna in assoluto, essendo dotati, oltre che del radar a scansione elettronica AESA Captor-E Mod.0, anche del sottosistema difensivo Praetorian Defensive Aids.

Allo sviluppo ed integrazione del Captor-E Mod.0 sul Typhoon ha contributo in modo fattivo l’Aeronautica Militare con uomini e mezzi, messi a disposizione per le relative attività.

Il contratto prevede la fornitura di 22 velivoli monoposto e sei biposto, il supporto logistico, supporto operativo, aggiornamento delle infrastrutture necessarie per l’operatività per almeno tre anni; l’addestramento degli equipaggi di volo e del personale terra è curato dall’Aeronautica Militare per un periodo di venti anni. I piloti della KAF si addestrano in Italia tra Lecce-Galatina e Decimomannu presso le strutture del l’International Flight Training School, inizialmente sui velivoli T-345HET per transitare successivamente sul più avanzato T-346A.

I velivoli Typhoon appartengono alla Tranche 3/A E presentano tutti i miglioramenti previsti dal pacchetto P3Eb per l’impiego di missili aria-aria avanzati come il Meteor a lungo raggio (BVR) di MBDA e di armamento aria-suolo per attacchi a lungo raggio con guida di precisione, tra cui il missile da crociera Storm Shadow ed il missile multiruolo Brimstone.

Per gli attacchi di precisione i Typhoon della KAF disporranno del Lockheed Martin Sniper  Advanced Targeting Pod (ATP), un collaudato sistema di puntamento elettro-ottico alloggiato in un unico pod leggero che oltre il targeting degli obiettivi permette di eseguire missioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione (ISR) nei domini terra, mare e aria.

La consegna della prima coppia di velivoli è stata salutata dall’Ambasciatore Sheikh Azzam Al-Sabah come un importantissimo passo nella collaborazione tra Kuwait ed Italia che apre ampi scenari per la partnership militare, industriale, economica e nei rapporti culturale tra i due Paesi.

Foto Kuwait News Agency

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui