fbpx

Ad Eglin i primi F-16 da modificare per i test di capacità autonome

Negli Stati Uniti il 96th Test Wing e il 53nd Wing hanno ricevuto i primi tre caccia bombardieri Lockheed Martin F-16 Fighting Falcons per il programma Viper Experimentation and Next-gen Operations Model – Autonomy Flying Testbed.

 Il programma VENOM-AFT mira ad accelerare le prove del software di autonomia, sia su velivoli con equipaggio che privi.

VENOM-AFT integrerà i dati di sperimentazione sull’autonomia e sull’intelligenza artificiale presso la base aerea di Eglin e fornirà informazioni al programma Collaborative Combat Aircraft e ad altri sviluppatori di autonomia.

Il prossimo passo del programma VENOM prevede la modifica degli aerei F-16 per valutare rapidamente le loro capacità autonome.

Secondo i responsabili del programma, VENOM segna un passo importante nel progresso delle capacità di combattimento aereo e ha il potenziale di ridefinire i paradigmi del combattimento aereo introducendo nuove funzioni autonome per le future piattaforme con e senza equipaggio.

Il programma VENOM, simile ai test condotti sugli F-16 e F-15 presso la base di Eglin, sarà sottoposto a prove di sviluppo eD operativi attraverso il 40° Flight Test Squadron e l’85° Test and Evaluation Squadron.

Questa collaborazione tra i piloti dei test di sviluppo ed operativi promuove l’interscambio di conoscenze e lezioni apprese. Durante le prove, i piloti monitoreranno l’autonomia e garantiranno il raggiungimento degli obiettivi sui sistemi di volo e di missione.

Sarà importante mantenere una componente umana durante l’autonomia, con i piloti che potranno avviare ed interrompere gli algoritmi specifici in tempo reale laddove fosse necessario. Al loro volta gli operatori forniranno feedback agli sviluppatori per migliorare l’autonomia.

L’obiettivo del programma VENOM è quello di consentire all’Air Force di espandere rapidamente le conoscenze sulle soluzioni di autonomia e carico utile. L’attenzione per VENOM-AFT è concentrata su raggiungere velocemente l’autonomia di volo in sicurezza.

Fonte USAF

Foto @USAF/David Shelikoff VIRIN 240401-F-F3962-5000

Articolo precedente

La Grecia sottoscrive la Lettera di Offerta ed Accettazione per 35 elicotteri Black Hawk

Prossimo articolo

Storico potenziamento per le Forze Armate Norvegesi

Ultime notizie