domenica, Agosto 1, 2021

Ad IDEX presentato l’UAS ucraino Sokil-300

-

L’Agenzia Ucraina per l’Esportazione Militare, Ukrspecexport, ha presentato ufficialmente il velivolo aereo a pilotaggio remoto multiruolo Sokil-300 all’Esposizione e conferenza internazionale sulla difesa biennale (IDEX) 2021 in corso ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti.

Risultato immagini per sokil-300 Unmanned Aerial Combat Vehicle (UAV)

Il Sokil-300 o Falcon-300 è un UAS sviluppato dall’LUCH Design Bureau con sede a Kiev in Ucraina. Si tratta di un velivolo a pilotaggio remoto (APR) in grado di compiere missioni di sorveglianza e ricognizione nonché di attacchi di precisione, sviluppato per le Forze Armate Ucraine ma, ovviamente, proposto per l’esportazione.

Il Sokil-300 è armabili con quattro missili guidati aria-terra Barier-W accreditati di una portata fino a 10 km e può trasportare un carico utile massimo di 300 kg. L’UAS ha un carico massimo al decollo che varia da 1.130 kg a 1.225 kg, può raggiungere una velocità massima, a seconda della motorizzazione, da 210 km a 580 km/h, ha un’apertura alare di 14 metri e una lunghezza della fusoliera di 8,57 metri.

Risultato immagini per sokil-300 Unmanned Aerial Combat Vehicle (UAV)

E’ offerto con tre motorizzazioni; la versione base è propulsa dal motore MC-500B-05C/CE della Motor Sich basato sul Zaporizhia, la versione intermedia con il motore AI-450T2 sempre della Motor Sich e la versione avanzata è spinta dal motore Rotax 914 turbocompresso a quattro cilindri, con un tempo di volo massimo di 26 ore ed un’autonomia da 1.000 km a 3.300 chilometri (2.050 miglia) a secondo della motorizzazione. Peraltro, il raggio d’azione operativo è stato determinato nella prima versione a 150 km nella variante più avanzata 300 km con l’uso di un albero adatto o ritrasmissione, non essendo previsto un sistema di trasmissioni dati satellitare ma solo radio.

Nella parte anteriore della fusoliera è ospitato il radar ad apertura sintetica Radionix per la ricognizione ognitempo e la navigazione in ogni condizioni, mentre al di sotto la fusoliera è installata la testa optoelettronica ucraina OPSN-I.

Il Sokol-300 ha ampie possibilità di decollo autonomo e atterraggio e navigazione basata sul sistema GPS/INS, nonché sul riconoscimento del terreno basato su mappe digitali pre-caricate prima della missione.

Per quanto riguarda i costi, il velivolo ucraino si presenta molto concorrenziale nei confronti dei velivoli pariclasse allestisti da altri costruttori perché si aggirano attorno ad 1,4 -1,6 milioni di dollari a velivolo.

Immagini Ukrspecexport

Ultime notizie

Il Dipartimento di Stato di Washington ha dato parere favorevole ad una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo Israeliano...
Saab ha firmato un contratto con l'Ufficio federale tedesco per le attrezzature, la tecnologia dell'informazione e il supporto in...
Il 30 luglio 2021 è avvenuto il primo della nuova versione Integrated Functional Capability Four (IFC-4) del drone HALE...
Il velivolo simulatore in volo variabile NF-16D (VISTA) è stato rinominato come X-62A, a partire dal 14 giugno 2021.Il...

Da leggere

L’USMC ha adottato per il programma ROGUE Fires il software RTK sviluppato dal US Army

L'US Army DEVCOM Ground Vehicle Systems Center (GVSC), attraverso...

Primo Lynx Mk95A ammodernato per il Portogallo

Leonardo Helicopters ha consegnato alla Marina portoghese il primo...