domenica, Ottobre 17, 2021

Affare Qatar, Profumo chiamato davanti alla Commissione Antimafia

-

In un articolo del 5 febbraio avevamo riportato la notizia della presentazione di una interrogazione scritta da parte del M5S per una possibile pratica di corruzione da parte di Leonardo per aggiudicarsi il mega contratto con il Qatar.

Innanzitutto è doveroso precisa che l’interrogazione, presentata il 15 di gennaio, non ha ancora ricevuto risposta da parte del Ministero dell’Economia e della Finanze (delegato alla risposta a partire dal 3 febbraio al posto del Ministero della Difesa).

Una seconda interrogazione sul medesimo argomento è stata presenta al Senato il 29 gennaio da parte del Senatore Luigi Vitali (Forza Italia – Berlusconi Presidente) che riporta gli stessi elementi di quella presentata da esponenti del M5S il 15 gennaio: partendo dall’articolo del Fatto Quotidiano dell’8 gennaio 2020 chiede se tale comportamento è corretto.

Il Senatore Luigi Vitali che è presidente della Commissione Permanente Affari Costituzionali e membro della Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, secondo quanto riportato da Avionews, ha chiesto che venga udito davanti alla Commissione d’Inchiesta l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo.

[…] affinché fosse verificata la situazione per nulla cristallina riguardante i comportamenti dei manager della Leonardo e per sapere se fossero rispettati i canoni di trasparenza, correttezza ed eticità. […]

Senatore Luigi Vitali (FI), fonte

L’AD di Leonardo dovrà rispondere proprio a domandare relative al contratto siglato proprio con il Qatar per gli elicotteri nel 2018.

Vitali aveva criticato Profumo il 14 febbraio a causa della sua implicazione nel processo per il crac della società barese Divania assieme a altre sedici persone.

[…] Ma come vengono scelti i top manager pubblici? […]

Senatore Luigi Vitali (FI), fonte

Commento

La situazione assume contorni sempre più grotteschi. La persecuzione continua e rischia di mettere davvero in ombra il contratto di Leonardo in Qatar, uno dei maggiori mai siglati dall’azienda italia. Nel frattempo Airbus ha ricorso contro l’aggiudicazione da parte di Leonardo del contratto per la fornitura di elicotteri da addestramento per l’US Navy.

I contratti in ambito della Difesa devono essere attivamente supportati da parte del mondo politico altrimenti le capacità dell’industria nazionale non potranno mai avere quel risalto che meritano.

Il Qatar è un partner strategico di primissima importanza per Roma. La sua posizione strategica lo rendono un paese perfetto per il perseguimento degli obiettivi che l’Italia ha nella zona.

Foto: Wikipedia

Ultime notizie

Naval Group ha consegnato alla Marina Argentina il terzo pattugliatore oceanico l'OPV A.R.A. Storni.La nave, come la precedente...
L'U.S. Army Sentinel A4 Program Office ha assegnato un contratto con procedura velocizzata a Lockheed Martin per iniziare la...
Il cantiere navale francese OCEA ha confermato l'ordine da parte della Marina della Nigeria per una seconda unità idrografica.La...
Russia e Cina hanno pesantemente criticato la nuova alleanza tra Stati Uniti, Regno Unito e Australia (AUKUS) affermando che...

Da leggere

La Russia schiera il primo reggimento di missili S-500 per la difesa di Mosca

La TASS riporta la notizia che è un primo...

Nuovo test di successo oltre la massima portata prevista per il Precision Strike Missile

Il Precision Strike Missile (PrSM) di Lockheed Martin ha...