fbpx
Beautiful Dawn

Airbus renderà l’Eurofighter idoneo alla guerra elettronica

Ora è ufficiale: l’Eurofighter EK (combattimento elettronico) sta arrivando. In seguito alla recente approvazione parlamentare da parte della Commissione per il bilancio tedesca, Airbus equipaggerà 15 Eurofighter della Luftwaffe per missioni di guerra elettronica – dotandoli di un sistema di localizzazione del trasmettitore e di un sistema di autoprotezione della Saab nonché di missili anti-radar “AARGM” della società americana Northrop Grumman. Si prevede che l’Eurofighter EK otterrà la certificazione NATO entro il 2030 e sostituirà poi il Tornado ECR nel ruolo SEAD (Suppression of Enemy Air Defense).

Beautiful Dawn

La guerra elettronica e la ricognizione sono un requisito importante della NATO. I conflitti attuali e l’attuale situazione di sicurezza mostrano quanto siano importanti le due capacità”, afferma Michael Schöllhorn, CEO di Airbus Defense and Space. “A questo proposito, la decisione del Governo Federale di includere una capacità così importante come la guerra elettronica nel portafoglio di capacità dell’Eurofighter è una misura importante. L’EK aggiungerà questa importante capacità al già ampio spettro operativo dell’Eurofighter, rafforzando al contempo la sovranità e l’autonomia europea“.

Con l’approvazione parlamentare della Commissione Bilancio, l’Eurofighter è ora ufficialmente il successore del Tornado ECR (Electronic Combattimento/Ricognizione). Airbus non vede l’ora di ricevere ufficialmente l’incarico di integrare le soluzioni tecniche selezionate nell’Eurofighter. Il relativo contratto tra Eurofighter GmbH come appaltatore generale e NETMA (NATO Eurofighter and Tornado Management Agency) dovrebbe essere firmato entro la fine dell’anno.

Con il sistema di localizzazione del trasmettitore di Saab e l’Anti-Radiation Guided Missile (AARGM) di Northrop Grumman, l’Eurofighter EK sarà in grado di rilevare, localizzare e disattivare i radar antiaerei. Inoltre, la soluzione Saab dispone di jammer che migliorano l’autoprotezione dell’Eurofighter. L’Eurofighter EK dispone a bordo anche di tecnologie sviluppate da piccole e medie imprese e da una start-up. Queste includono una soluzione AI che consente di analizzare i dati radar a bordo e determinare rapidamente precise misure di autoprotezione.

Airbus sta attualmente collaborando con l’ufficio acquisti BAAINBw, la Luftwaffe e l’ufficio aeronautico della Bundeswehr su un programma dettagliato per l’implementazione delle soluzioni EK selezionate su 15 Eurofighter.

Fonte ed immagine @Airbus Defence and Space

Ultime notizie