fbpx
venerdì, Giugno 2, 2023

Al via la produzione degli elicotteri Boeing/Leonardo MH-139 Grey Wolf per la U.S. Air Force

Il 3 marzo la U.S. Air Force ha annunciato la decisione di avviare la produzione iniziale degli elicotteri MH-139A “Grey Wolf”, consentendo così a Boeing e Leonardo di annunciare il contratto per la consegna delle prime 13 unità. L’avvio di tali attività di produzione porterà alla fornitura dei primi elicotteri operativi e che sostituiranno l’attuale flotta di UH-1N con consegne nel 2024.

Il Grey Wolf è un elicottero multi-missione basato sull’AW139 di Leonardo, modello di grande successo e che vanta oggi oltre 1130 unità in servizio in tutto il mondo. Il Grey Wolf è progettato per proteggere i missili balistici intercontinentali e per trasportare personale governativo e delle forze di sicurezza USA.

Questa decisione rappresenta un passo in avanti fondamentale verso l’ingresso in servizio dell’MH-139 e per garantire alla U.S. Air Force ancora maggior sicurezza missilistica nei prossimi decenni” ha dichiarato Azeem Khant, direttore del programma MH-139 per la Boeing. “Lavoriamo con impegno per avviare le consegne il prossimo anno”.

Il personale di Leonardo impegnato nel programma insieme al nostro partner Boeing è impaziente di portare avanti questa collaborazione ed è fortemente impegnato a garantire il pieno successo della flotta”, ha aggiunto Clyde Woltman, CEO di Leonardo Helicopters US.

La forza dell’MH-139A si basa sugli sforzi collaborativi di Leonardo in qualità di costruttore dell’elicottero e di Boeing quale prime contractor responsabile della militarizzazione e supporto del programma. Leonardo produce l’elicottero multimissione con certificazione civile presso il suo sito di Philadelphia mentre Boeing è responsabile dell’acquisizione e installazione dell’equipaggiamento militare, oltre che del supporto dopo le consegne. Con un modello di successo come l’AW139 di Leonardo e l’avanzata tecnologia di Boeing, la U.S. Air Force ottiene il miglior elicottero in risposta alle sue importanti esigenze operative.

Le avanzate capacità dell’MH-139A permettono di svolgere le missioni più rapidamente, più silenziosamente e con maggior efficienza. Con un incremento del 50% in velocità e raggio d’azione e un aumento di 5000 libbre del peso massimo lordo rispetto all’UH-1N, l’elicottero è ben posizionato per svolgere le missioni assegnate dall’Aeronautica Statunitense nella protezione dei siti dei missili balistici intercontinentali nel Paese.

Il team Boeing-Leonardo ha ottenuto un contratto del valore di 2,4 miliardi di dollari nel settembre 2018 per un numero massimo di 84 elicotteri, sistemi di addestramento e relativo equipaggiamento di supporto. Nell’agosto 2022, la U.S. Air Force ha accettato i primi quattro elicotteri attualmente impiegati per ulteriori test di sviluppo e avvio delle attività operative.

Fonte e foto@Leonardo/Press Office-Media Hub

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI