venerdì, Luglio 30, 2021

Il primo Ground Fire di Thales è pronto

-

Altamente mobile, tattico e trasportabile per via aerea, il radar può essere dispiegato in meno di 15 minuti, un grande vantaggio nei teatri operativi. Offre prestazioni e mobilità senza pari con una copertura a 360 ° in azimut, fino a 90 ° in elevazione e una portata di 400 km.

Progettato per rilevare e tracciare contemporaneamente una vasta gamma di bersagli furtivi, sciami di droni e per prevenire attacchi di saturazione coordinati, il Ground Fire ha una capacità di guida missilistica di difesa aerea per intercettare bersagli ad alta manovra o balistici. Multi-missione, può essere utilizzato in vari contesti, come difesa aerea, sorveglianza aerea, controbatteria o tracciamento.

Ordinato nel 2019 dalla DGA francese, agenzia per gli appalti, il radar attinge da anni di sviluppo ingegneristico e produttivo per il Sea Fire, la versione navale del radar selezionata per equipaggiare le fregate di difesa e intervento della marina francese. Il Ground Fire beneficia dei progressi tecnologici di Thales nell’intelligenza artificiale e nella sicurezza informatica, che gli consente di rispondere perfettamente alle esigenze e alle minacce in rapida evoluzione affrontate dalle forze armate.

Il primo radar Ground Fire multifunzione completamente digitale è ora in produzione presso il sito Thales Limours di Essonne per equipaggiare, tra gli altri, il sistema terra-aria di nuova generazione a medio raggio dell’Aeronautica francese (SAMP / T NG). 

Fonte Thales Defence

Ultime notizie

Oggi, 30 luglio, a bordo della portaerei Cavour in navigazione è appontato per la prima volta un F-35B della...
“Le manifestazioni climatiche estreme ci dicono che i temi ambientali sono di grande attualità e rilevanza e rientrano anche...
HENSOLDT è stata incaricata dall'autorità di approvvigionamento tedesca BAAINBw di avviare gli studi sulla modernizzazione ed il miglioramento delle...
Lo scorso 27 luglio, a Kiel in Germania, Thyssenkrupp Marine Systems ha provveduto a consegnare ufficialmente alla Marina Israeliana...

Da leggere

Tutti gli elevatori per l’USS Ford arriveranno entro fine anno

Il Chief of Naval Operations (CNO) dell'US Navy ha...

Procede il programma OMFV del US Army volto a dare un sostituto al IFV M2 Bradley

L'US Army ha selezionato le imprese che prenederanno parte...