Altri quattro CMV-22B Osprey per l’US Navy

0
261
201120-N-SS900-1177 PACIFIC OCEAN (Nov. 20, 2020) A CMV-22B Osprey from the “Titans” of Fleet Logistics Multi-Mission Squadron (VRM) 30 lands on the flight deck of Nimitz-class nuclear aircraft carrier USS Carl Vinson (CVN 70). This evolution marked the first time the Navy’s CMV-22B Ospreys have landed on a carrier. Vinson is currently underway conducting routine maritime operations. (U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 3rd Class Aaron T. Smith)

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha siglato un contratto del valore di oltre 309 milioni di dollari con Bell-Boeing Joint Project Office.

Tale contratto che rappresenta un addendum al contratto già in essere ha ad oggetto la fornitura di quattro CMV-22B Osprey.

I convertiplani andranno in carico all’US Navy che li impiegherà per compiti di trasporto e collegamento dalle portaerei alla terraferma (e viceversa) o COD (Carrier On board Delivery).

La fornitura dei nuovi velivoli dovrebbe essere completata entro il 2025. L’US Navy nel giugno 2018 ha ordinato 39 CMV-22B che prenderanno il posto dei Grumman C-2 Greyhound.

Questa versione si differenzia da quelle in servizio con l’USMC e con l’USAF per adottare serbatoi a maggiore capacità, radio ad alta frequenza per comunicazioni OTH, sistema di comunicazione con i passeggeri ed altre migliorie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui