venerdì, Dicembre 2, 2022

Anche il Giappone partecipa all’operazione di evacuazione da Kabul

Il Governo di Tokyo ha deciso di partecipare attivamente alle operazioni di evacuazione dal aeroporto di Kabul.

A tal fine saranno inviati tre aerei da trasporto di cui un Kawasaki C-2 e due Lockheed Martin C-130H Hercules che saranno dislocati in un Paese terzo non dichiarato dal Governo giapponese.

I due C-130H faranno la spola da Kabul mentre il C-2 è destinato al trasporto di personale delle Forze di Autodifesa, di attrezzature, rifornimenti e medicinali per gli sfollati dal Afghanistan che saranno successivamente ospitati dal Paese terzo.

Si tratta di una prima assoluta per la JASDF, l’evacuazione di cittadini stranieri, secondo quanto dichiarato da un portavoce del Ministero della Difesa giapponese.

Ovviamente, una volta presi gli accordi con le Forze statunitensi che coordinano le operazioni dal aeroporto di Kabul, i C-130H giapponesi potranno iniziare a recuperare il personale diplomatico, i cittadini giapponesi che lavorano in Afghanistan nonché il personale afghano che fin qui ha lavorato per conto e nell’interesse dell’ambasciata e del Governo di Tokyo. Si parla di diverse centinaia di persone da mettere in sicurezza ed evacuare per via aerea.

Buona parte del personale diplomatico giapponese è stata già evacuata la scorsa settimana con un velivolo da trasporto della RAF e l’ambasciata è stata chiusa, ma una minima parte del personale diplomatico e delle organizzazioni che lavorano per conto del Governo di Tokyo è rimasta in loco.

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI