martedì, Agosto 3, 2021

Anche l’India nei missili ipersonici

-

 Dopo una lunga gestazione, non è una novità in "casa" India, il programma per sviluppare un missile ipersonico indigeno sta prendendo forma.

Dopo una lunga gestazione, non è una novità in “casa” India, il programma per sviluppare un missile ipersonico indigeno sta prendendo forma.

Il 12 giugno 2019 l’Organizzazione per la Ricerca e Sviluppo della Difesa indiana (che gestisce già il Tejas) ha lanciato un “HSTDV” acronimo di Hypersonic Technology Delevolpment Vehicle.

Dalle frammentate notizie che sono giunte il test è stato un parziale successo e solamente parte degli obiettivi sono stati raggiunti.

Sviluppo

L’India è entrata nel campo dei missili ipersonici, cioè in grado di viaggiare oltre cinque volte la velocità del suono, attorno al 2004 ricevendo l’aiuto di nazioni estere come Russia e Israele e l’Inghilterra che ha autorizzato l’India a utilizzare le sue strutture per le fasi di sperimentazione.

Anche nel settore privato c’è chi punta sullo sviluppo di missili ipersonici. La BrahMos Aerospace, una joint venture tra Nuova Delhi e Mosca, sta sviluppando il missile ipersonico BrashMos II che dovrebbe essere presentato nel 2023

Ultime notizie

Lo scorso 31 luglio a Groton nel Connecticut, il più recente sottomarino d'attacco (SSN) classe Virginia della US Navy,...
“Il primo appontaggio di un moderno aereo F-35B della Marina Militare sul ponte della sua portaerei, Nave Cavour, avvenuto...
Il Dipartimento di Stato di Washington ha approvato una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo della Thailandia di missili Javelin...
Secondo quanto riportato dal quotidiano giapponese Yomiuri, il Giappone inizierà i lavori sulla JS Kaga verso fine anno.I lavori...

Da leggere