Approvato il bilancio 2021 di Fincantieri

0
146

Il Consiglio di Amministrazione di FINCANTIERI S.p.A., riunitosi sotto la presidenza di Giampiero Massolo, ha approvato il progetto di Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2021 e il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2021 redatti in conformità ai principi contabili internazionali (IFRS), nonché la Dichiarazione non Finanziaria al 31 dicembre 2021, redatta ai sensi del D. Lgs. del 30 dicembre 2016, n. 254.

A margine della riunione del Consiglio Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri ha commentato: “I risultati presentati oggi dimostrano la capacità e la resilienza di Fincantieri nel rispondere ad una crisi, quella legata alla pandemia, che ha colpito l’azienda e i suoi clienti. In tale contesto, la società ha saputo mantenere gli ordini e tutti i suoi impegni, consegnando le navi nei tempi concordati. La spinta inflazionistica, la scarsità delle materie prime e il conflitto in corso rendono ancora più complesso e incerto lo scenario attuale. Il momento particolarmente difficile che stiamo attraversando richiede quindi la massima coesione e determinazione di tutto il personale nell’affrontare le difficoltà emergenti. I risultati di oggi, infatti, dimostrano appieno l’impegno e la dedizione di tutti i lavoratori e dei nostri fornitori.”

Bono ha poi concluso: “Siamo certi che, forti di questo senso di responsabilità, la nostra società saprà ancora una volta rispondere con il massimo impegno alle sfide future, e, al contempo, mettere a disposizione del Paese tutte le competenze che ha acquisito in questi anni, sia in Italia che all’estero. Siamo orgogliosi, infatti, di essere diventati un’azienda globale che però è rimasta ben radicata in Italia, contribuendo così in maniera significativa allo sviluppo dei territori in cui opera”.

CRESCITA DEL 28% DEI RICAVI A € 6,7 MLD VS € 5,2 MLD NEL 2020
AUMENTO DEL 57% A/A DELL’EBITDA A € 495 MLN ED EBITDA MARGIN A 7,4%

RISULTATO NETTO ADJUSTED PARI A € 92 MLN E UTILE NETTO PARI A € 22 MLN VS € -245 MLN NEL 2020
PRODUZIONE A LIVELLI RECORD CON 16,4 MLN DI ORE LAVORATE
CARICO DI LAVORO PARI A € 35,5 MLD E 19 NAVI CONSEGNATE

Risultati consolidati 2021[1]

  • Ricavi e proventi[2] in crescita del 28,3%, a euro 6.662 milioni rispetto a euro 5.191 milioni nel 2020
  • EBITDA[3] in aumento del 57,4% vs. 2020, pari a euro 495 milioni ed EBITDA margin a 7,4%, escluse le attività passanti (vs. 6,1% 2020) nonostante l’aumento dei prezzi delle materie prime
  • Risultato netto adjusted[4] positivo per euro 92 milioni (negativo per euro 42 milioni nel 2020) e utile netto positivo per euro 22 milioni (negativo per euro 245 milioni nel 2020) dopo aver scontato oneri per amianto (euro 55 milioni) e per COVID-19 (euro 30 milioni)
  • Indebitamento finanziario netto[5], pari ad euro 859 milioni (euro 1.062 milioni al 31 dicembre 2020), in diminuzione nonostante l’incremento dei volumi di produzione e gli investimenti del periodo, riflette la positiva performance del settore cruise con consegne pienamente in linea con il programma di produzione e le previsioni di spesa

Andamento operativo

  • Carico di lavoro complessivo[6] 115 navi, euro 35,5 miliardi pari a 5,3 volte i ricavi 20212, di cui:
    • Backlog: euro 25,8 miliardi e 91 navi in consegna fino al 2029
    • Soft backlog: ca. euro 9,7 miliardi
  • Volumi di produzione a livelli record per lo sviluppo dell’ingente carico di lavoro ed il rispetto del piano di consegne, con 16,4 milioni di ore lavorate vs. 13,1 milioni del 2020 e 15,6 milioni del 2019
  • Consegnate 19 navi da 12 stabilimenti
  • Investimenti pari a 358 milioni volti a supportare l’efficientamento produttivo dei cantieri italiani e esteri e sviluppare lo standard tecnologico
  • Offshore wind – VARD si conferma leader di mercato nella produzione di Service Operation Vessels per l’industria wind offshore in termini di ordini acquisiti e diversificazione della clientela

Iniziative strategiche

  • Cold Ironing: accordo con Enel X per la realizzazione e gestione di infrastrutture portuali a basso impatto ambientale e per l’elettrificazione delle attività logistiche a terra
  • Transizione ecologica: costituita Power4Future per la produzione di batterie al litio, per uso navale ed industriale
  • Connected vehicles and smart roads: accordo con Almaviva per processo di digitalizzazione del settore dei trasporti e della logistica, a cui si aggiunge un accordo del 2022 con Almaviva e Leonardo per la sicurezza delle infrastrutture del Paese
  • Automazione industriale: accordo con Comau volto allo sviluppo di soluzioni per la saldatura robotizzata
  • Navi a idrogeno: accordo con MSC e SNAM per uno studio di fattibilità finalizzato a esaminare i requisiti per la costruzione della prima nave da crociera al mondo alimentata a idrogeno
  • Idrogeno verde: firmato un Protocollo d’intesa con Enel Green Power Italia per individuare possibili soluzioni per la produzione, la fornitura, la gestione e l’utilizzo di idrogeno verde per le aree portuali e il trasporto marittimo a lungo raggio
  • Decarbonizzazione: sottoscritto un Memorandum of Understanding con ENI, con l’obiettivo di avviare una collaborazione per promuovere iniziative finalizzate alla decarbonizzazione in ambito energetico, dei trasporti e dell’economia circolare
  • Difesa europea: siglato accordo con Navantia al fine di rafforzare la collaborazione nel settore navale e marittimo nella Difesa Europea e presentata offerta per la Modular and Multirole Patrol Corvette (MMPC) dal consorzio formato da Fincantieri, Naval Group e Navantia

Sostenibilità

  • Al via il programma degli asili aziendali a conferma dell’impegno e l’attenzione posta per il benessere delle proprie persone
  • Sustainable Finance: perfezionata la prima linea di credito di trade finance a supporto di un progetto green per la costruzione di una nave destinata ad operare in campi eolici offshore e sottoscritto primo construction loan sustainability linked per la costruzione di una nave da crociera
  • Carbon Disclosure Project (CDP) ha assegnato al Gruppo il rating A- in una scala da A, valore massimo, a D per l’impegno profuso nella lotta al cambiamento climatico
  • Sustainalytics, società controllata da Morningstar e specializzata nella valutazione delle aziende nella gestione dei rischi ESG, per il primo anno, ha posizionato Fincantieri nella fascia “Low Risk” e al 6° posto su 121 società del paniere Heavy Machinery and Trucks
  • Universum ha classificato Fincantieri al primo posto per il terzo anno consecutivo come “Italy’s Most Actractive Employer” fra le aziende del settore “Manufacturing, Mechanical and Industrial Engineering”
  • Green Star 2021: Fincantieri al 1° posto in Italia, nel settore “Ingegneria, costruzione e infrastrutture” per l’impegno verso la green economy secondo l’Istituto Tedesco di Qualità (ITQF)
  • Excellence in Safety Award: Shipbuilders Council of America (SCA) ha riconosciuto a Fincantieri Marinette Marine il premio “Excellence in Safety Award” e a Fincantieri Bay Shipbuilding (Sturgeon Bay) il premio “Improvement in Safety Award”, per la salute e sicurezza dei due cantieri

Delibere del Consiglio di Amministrazione

  • Approvato il progetto di Bilancio di esercizio di Fincantieri S.p.A. al 31 dicembre 2021
  • Approvato il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2021
  • Approvata la Dichiarazione non Finanziaria al 31 dicembre 2021, redatta ai sensi del D.Lgs. del 30 dicembre 2016, n. 254
  • Approvate la Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari e la Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti
  • Assemblea ordinaria degli Azionisti in unica convocazione

Note

[1] 1 I dati percentuali contenuti nella presente Relazione sono calcolati prendendo a riferimento importi espressi in Euro/migliaia

[2] 2 Esclusi ricavi e proventi da attività passanti per € 249 milioni

[3] 3 Tale valore non include i proventi ed oneri estranei alla gestione ordinaria e non ricorrenti; si veda descrizione riportata nel paragrafo Indicatori Alternativi di Performance

[4] 4 Risultato d’esercizio ante proventi ed oneri estranei alla gestione ordinaria e non ricorrenti

[5] 5 Tale valore non ricomprende i construction loans e include i crediti finanziari non correnti

[6] 6 Somma di backlog e soft backlog

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui