fbpx

Assegnati i primi contratti del programma AUKUS

Il Governo di Londra ha assegnato a BAE Systems i primi contratti del valore di 4 miliardi di sterline (4,9 miliardi di dollari) come parte del programma AUKUS gestito con Australia e Stati Uniti per costruire sottomarini d’attacco a propulsione nucleare (SSN) per le esigenze della Royal Navy e della Royal Australian Navy; questo è quanto affermato dal Ministro della Difesa del Regno Unito (UK MoD) Grant Shapps e da BAE Systems.

Questi primi contratti copriranno la fase di progettazione dettagliata, prototipazione e progetti di lunga durata (D2L2) che da parte britannica sarà curata da BAE Systems, Rolls-Royce e Babcock Marine che coopereranno con l’UK MoD che gestirà il programma.

Oltre lo sviluppo della progettazione e l’approvvigionamento di materiali a lungo termine, attività previste fino al 2028, le infrastrutture del cantiere navale per sottomarini di Barrow-in-Furness e del sito di produzione del reattore nucleare a Raynesway, Derby saranno oggetto di attività di sviluppo ed ampliate laddove necessario per soddisfare i requisiti del futuro programma di costruzione dei sottomarini.

L’obiettivo del UK MoD è quello di introdurre in servizio i primi sottomarini della Royal Navy alla fine del prossimo decennio per iniziare a sostituire gli attuali battelli della classe Astute, mentre i primi sottomarini australiani seguiranno all’inizio degli anni ’40. Gli AUKUS saranno i sottomarini d’attacco più grandi, avanzati e potenti mai impiegati dalla Royal Navy, combinando sensori, design e armi leader a livello mondiale in un’unico battello e saranno i sottomarini a propulsione nucleare su cui si impernierà la componente d’attacco e dissuasione dell’Australia in funzione di contenimento del espansionismo navale cinese.

Gli Stati Uniti forniranno all’Australia da tre a cinque SSN classe Virginia come misura ad interim ed addestreranno la RAN all’impiego dei sottomarini a propulsione nuclear; la tecnologia statunitense sarà ampiamente presente sui battelli AUKUS condividendo con i battelli classe Virginia elementi del impianto di propulsione, il sistema di combattimento e le armi tra il sistema di lancio verticale (VLS).

La costruzione dei sottomarini del Regno Unito sarà eseguita principalmente a Barrow-in-Furness, mentre l’Australia lavorerà nel prossimo decennio per costruire la propria base industriale sottomarina e costruirà i suoi sottomarini in Australia con Rolls-Royce che fornirà i reattori nucleari per la Royal Navy e per la Royal Australian Navy.

Fonte ed immagine @Ministero della Difesa del Regno Unito (UK MoD)

Articolo precedente

Lanciato con successo un missile balistico Trident II D5 Life Extension Fleet

Prossimo articolo

Taiwan, varato il primo sottomarino di costruzione nazionale “SS-771 Hai Kun”

Ultime notizie