fbpx

“Attività umana” dietro il sabotaggio del cavo sottomarino in Norvegia

Uno dei due cavi sottomarini in fibra ottica dello Svalbard Undersea Cable System è stato sabotato la mattina di mercoledì 7 gennaio 2022.

I cavi sono l’unico collegamento tra la Norvegia e SvalSat (Svalbard Satellite Station) che è il segmento di controllo di terra che gestisce più satelliti in assoluto nel Mondo.

Il cavo sottomarino che collega la Norvegia con l’isola di Svalbard è uno dei passaggi per raggiungere il GIUK GAP(Fonte: Infrapedia)

Secondo quanto riportato da The Barents Observer, la polizia norvegese che sta indagando sul caso ha effettuato scoperte “rafforzano l’ipotesi di attività umana dietro la perdita di comunicazione di uno dei cavi.”

Nel novembre del 2021 una porzione di quattro chilometri del Lofoten-Vesterålen Ocean Observatory è stata tagliata e spostata di quasi undici chilometri.

Il direttore del progetto, Geir Pedersen, ha sottolineato come “molto probabilmente una nave ha tirato il cavo fuori posizione.”

Articolo precedente

Rientra in servizio il Caio Duilio dopo i lavori di manutenzione ed ammodernamento

Prossimo articolo

Fregate italiane al Libano? Le opzioni sul tavolo

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie