fbpx

Australia e Regno Unito rafforzano la partnership militare

L’Australia e il Regno Unito hanno sottoscritto un nuovo accordo di partnership di difesa e sicurezza; i rispettivi Ministri della Difesa, Richard Marles per Canberra e Grant Shapps per Londra, hanno dichiarato che è necessario affrontare le sfide contemporanee per il mantenimento del ordine globale.

Il trattato è stato firmato in seguito ai colloqui ministeriali annuali tra i due Paesi tenuti sulla difesa e sicurezza, nell’ambito dell’incontro ministeriale Australia-Regno Unito (AUKMIN); è dal 2006 che i rappresentanti governativi australiani e britannici si incontrano annualmente.

Il nuovo accordo prevede le modalità con i due Paesi si consulteranno su questioni che riguardano le tematiche della sovranità reciproca e la sicurezza regionale.

Numerosi gli argomenti trattati sui tavoli di discussione, dalla leadership assunta dal Regno Unito nel supporto all’Ucraina in lotta con la Russia, agli sforzi per affrontare la minaccia Houthi tra Mar Rossi e Mar Arabico, fino ai crescenti contributi nel Pacifico e nell’Indo-Pacifico da parte dei due Paesi per assicurare la stabilità regionale e contenere l’espansionismo cinese,

Ovviamente, anche il tema dell’alleanza AUKUS con gli Stati Uniti è stato affrontato, in vista di una maggiore collaborazione relativa la costruzione per la Royal Australian Navy (RAN) e per la Royal Navy di nuovi sottomarini a propulsione nucleare da attacco (SSN) che beneficeranno dell’apporto tecnologico britannico e statunitense.

Infine, i colloqui bilaterali hanno riguardato anche la questione della condivisione delle informazioni di intelligence (oltre quanto già in atto nell’ambito della coalizione cd. “Five Eyes con Stati Uniti, Canada e Nuova Zelanda) e le esercitazioni militari divenute sempre più frequenti per le Forze Armate Britanniche nell’area dell’Indo-Pacifico, nonché gli schieramenti ormai usuali di dispositivi militari australiani in Europa a supporto della NATO.

Foto @U.S. Naval Forces Central Command

Articolo precedente

A Pozzuoli giurano gli allievi del corso Eolo VI

Prossimo articolo

Proseguono le prove del missile ipersonico statunitense ARRW

Latest from Blog

Ultime notizie