fbpx

BAE Systems Hägglunds ammoderna i CV90 danesi

BAE Systems Hägglunds ha firmato un contratto con l’Organizzazione per l’acquisizione e la logistica del Ministero della Difesa danese (DALO) per il Mid-Life Upgrade (MLU) della flotta danese CV90, garantendo le prestazioni dei veicoli per molti anni a venire.

Il presente contratto MLU fa seguito all’accordo quadro precedentemente firmato relativo ai servizi di riparazione e manutenzione.

Gli aggiornamenti previsti

In base al contratto, i veicoli da combattimento di fanteria (IFV) danesi CV90 saranno integrati con la nuova torretta della serie D, un salto in avanti nel design e nella funzionalità che fornisce miglioramenti significativi nel bilanciamento del veicolo e nuovi modi per introdurre una varietà di armi per una maggiore letalità.

Il nuovo veicolo offre anche notevoli miglioramenti ergonomici al suo equipaggio e si basa su anni di esperienza comprovata in combattimento, continui miglioramenti del veicolo e analisi dei dati del CV90 User Club che è composto da tutte le nazioni utilizzatrici che gestiscono flotte CV90.

Gli aggiornamenti includono l’equipaggiamento dei CV90 danesi con cingoli in gomma che riducono il peso del veicolo, liberando il carico utile per l’aggiunta di nuovi sistemi, oltre a ridurre il rumore e le vibrazioni, per ridurre al minimo l’impatto biomeccanico a lungo termine sull’equipaggio e ridurre l’affaticamento dell’equipaggio.

I veicoli potenziati saranno dotati di un missile guidato anticarro (ATGM), e di un sistema di sensori DAS (Defense Aid Suite), che aumenteranno sia la letalità che la protezione delle truppe danesi. La realizzazione del programma è prevista tra il 2026 e il 2029 e sarà eseguita in stretta collaborazione con l’industria e i partner danesi (la torretta dei veicoli danesi è stata prodotta dalla società danese Hydrema).

L’armamento del CV9035DK

Il Reale Esercito Danese dispone di quarantaquattro CV9035DK armati con mitragliera/cannone Bushmaster III da 35 mm in grado di impiegare munizionamento APFSDS-T al tungsteno per bersagli blindati e protetti nonché l’ABM-KETF/PMD428 programmabile per colpire bersagli areali e truppe ed HEI-T, tracciante ad alto esplosivo.

Il CV9035DK dispone di 200 proiettili da 35 mm di cui 70 di pronto impiego; coassialmente al Bushmaster III è installata una FN MAG da 7,62 mm con una dotazione di 460 proiettili.

Per l’armamento controcarro si farà ricorso al missile israeliano Spike LR2 di Eurospike già impiegato a bordo degli Eagle 5 e Piranha 5 del Reale Esercito Danese.

Fonte BAE Systems

Foto @Forsvaret

Articolo precedente

Entra nel vivo il programma AUKUS per i nuovi sottomarini di attacco a propulsione nucleare

Prossimo articolo

La Marina degli Stati Uniti ordina a Boeing diciassette nuovi Super Hornet

Latest from Blog

Ultime notizie