fbpx

Boeing ha consegnato alla US Navy il primo veicolo sottomarino autonomo Orca Extra Large

Boeing ha comunicato di aver consegnato il primo veicolo sottomarino senza equipaggio Orca Extra Large (XLUUV) alla Marina degli Stati Uniti dopo il completamento dei test di accettazione questo mese. 

L’XLUUV, designato dalla Marina come “Orca”, è una nuova classe di sottomarini autonomi in grado di svolgere missioni critiche di lunga durata per ottenere il dominio marittimo sottomarino in ambienti mutevoli e acque contestate.

Con la partnership della Marina Militare, Orca ha attraversato diverse fasi di prove in mare, comprese manovre sopra e sotto la superficie per dimostrare le capacità uniche dei veicoli.

L’Orca è frutto della partnership tra US Navy, Boeing ed Huntington Ingalls Industries (HII), un programma partito nel 2017 e che prevede la realizzazione di cinque prototipi: trattasi del primo prototipo.

Nei piani della Marina Statunitense la tecnologia che sta alla base dell’Orca XLUUV dovrà essere impiegata per mettere a punto un sistema multi missione in grado di poter eseguire missioni di sorveglianza, ricognizione, guerra di mine, guerra antisommergibile e di superficie nonché di guerra elettronica.

Le caratteristiche di Orca XLUUV

L’Orca XLUUV adotta un design modulare con la possibilità di installare un modulo per il carico utile lungo 10,4 metri e con capacità di ricevere fino ad 8 tonnellate.

Il battello ha un dislocamento di 50 tonnellate (non carico), lunghezza senza modulo di carico di 15,5 metri, diametro di 2,6 metri ed altezza di 2,6 metri. Questi dati si modificano con il modulo di carico aggiunto con la lunghezza che arriva a 25,9 metri e nel tonnellaggio di poco inferiore alle 60 tonnellate.

L’Orca XLUUV è progettato per scendere fino ad un massimo di 3.000 metri sotto la superficie del mare ed è dotato di un sistema di propulsione ibrida con motore diesel e batterie ad ioni di litio che si ricaricano quando il battello procede in superficie.

La velocità massima è di otto nodi mentre la normale velocità di crociera si attesta sui 3 nodi; questo comporta che l’Orca XLUUV abbia un’autonomia di missione pari 6.500 miglia nautiche.

Le origini di Orca XLUUV

Orca è il risultato di oltre 50 anni di esperienza Boeing nella costruzione e nella gestione di veicoli sottomarini.

Nel 2012 Boeing ha avviato la progettazione e lo sviluppo di Echo Voyager, un XLUUV proof-of-concept che ha iniziato i test in mare nel 2017 ed è stato un precursore della competizione Orca XLUUV della Marina statunitense.

Echo Voyager – l’unico veicolo al mondo delle sue dimensioni e capacità – ha trascorso oltre 10.000 ore operando in mare e transitando per centinaia di miglia nautiche in modo autonomo.

Articolo precedente

Leonardo consegna il primo C-27J Next Generation alla Slovenia

Prossimo articolo

La Germania dislocherà permanentemente una Brigata in Lituania

Latest from Blog

Ultime notizie