domenica, Settembre 19, 2021

Cala l’export di armi della Cina nel 2020

-

Secondo il rapporto annuale di Janes, le esportazioni della Cina nel settore militare durante il 2020 sono diminuite di circa il 4% rispetto al 2019 dopo un periodo di tre anni di crescita.

L’export bellico si attesta dunque a 2,25 miliardi di euro.

I settori di maggiore peso dell’industria militare sono quello navale, veicoli terrestri, radar e missili.

Le costruzioni navali e la radaristica sono quelli che hanno registrato gli incrementi maggiori con rispettivamente esportazioni per 4,45 miliardi di dollari e 1,50 miliardi di dollari negli ultimi cinque anni.

Fino a undici anni fa l’export cinese faceva registrare poco più di un miliardo di dollari il che evidenzia comunque una crescita significativa.

Anche l’export russo nel 2020 ha registrato un calo, più precisamente del 22%, mentre quello statunitense è cresciuto del 2,8% arrivando a 175,08 miliardi di dollari.

A scopo comparativo l’Italia ha approvato nel 2020 vendite per 3,9 miliardi di euro per un totale di 109,67 miliardi dal 1990.

Ultime notizie

“Da 60 anni la Pattuglia Acrobatica Nazionale – la nostra PAN – rappresenta a livello internazionale un vero e...
Nel corso del evento DSEI 2021 a Londra, Leonardo ha annunciato che, durante lo scorso mese di luglio, presso...
L'Aeronautica Indiana secondo i media locali avrebbe siglato un contratto del valore di ventisette milioni di euro per l'acquisto...
La Bundeswehr ha assegnato a Rheinmetall un contratto quadro come parte del suo progetto "Deployed Operations Support". L'accordo è stato...

Da leggere

Parte la produzione dei missili AARGM-ER

Il Naval Air Systems Command di Patuxent River nel...

Contratto a Lockheed Martin per il supporto logistico e per le parti di ricambio degli F-35 JSF

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha assegnato...