fbpx

Carri armati leggeri per l’Esercito Indiano

A partire dal prossimo anno saranno resi disponibili i primi esemplari di un nuovo carro armato leggero che il DRDO, l’ufficio per la ricerca tecnologica per il Ministero della Difesa di Nuova Delhi, sta sviluppando per l’Esercito Indiano.

Il DRDO sta lavorando su uno scafo del semovente d’artiglieria sud coreano K9 da 155/52 mm che l’Esercito Indiano ha adottato ed usato con successo in Kashmir contro le forze pakistane.

Completato il programma di sviluppo, il nuovo mezzo sarà pronto per essere immesso in produzione.

Il K9 Vajra è stato adattato alle particolari esigenze indiane i cui mezzi devono operare in condizioni di temperature estreme (dall’altissima quota ai deserti) ed è costruito su licenza.

Il nuovo carro armato leggero sarebbe un mezzo con un peso attorno le 35 tonnellate; l’Esercito Indiano l’anno scorso aveva emesso una Richiesta di Informazioni all’Estero per 350 carri armati leggeri da 25 tonnellate in grado di operare nelle regioni montuose del Paese ma non è stata portata avanti perché di è deciso di procedere con l’iniziativa del DRDO

La stessa Hanwha Defense, produttrice del K9, avrebbe offerto il K21-105 dotato di una torretta da 105 mm montata su un collaudato telaio del veicolo da combattimento della fanteria K21.

Il programma del DRDO rientra ovviamente nell’iniziativa “Make in India” fortemente voluta dal Governo di Nuova Delhi per sviluppare l’industria militare ed i poli di ricerca tecnologica, per affrancare il più possibile il Paese dalla dipendenza dall’Estero.

La mossa di Nuova Delhi è la risposta al carro armato leggero Type 15 schierato dalla Cina nelle regioni di confine con l’India, un mezzo che ha un peso di 33-35 tonnellate ed è armato con un cannone da 105 mm.

Foto Hanwha Defense

 

Articolo precedente

La Polonia ordina le prime settanta torrette ZSSW-30

Prossimo articolo

Lunga vita agli AH-1Z Viper e UH-1Y Venom

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie