mercoledì, Gennaio 26, 2022

Carri armati M1A2 ABRAMS SEPv3 per la Polonia

-

il Ministro della Difesa nazionale Mariusz Błaszczak con il Vice Primo Ministro J.Kaczyński ha fornito i dettagli del contratto per l’acquisizione di 250 carri armati M1A2 ABRAMS SEPv3 (di cui 18 in versione recupero e scuola) da parte delle forze armate polacche. Con i nuovi mbt l’Esercito di Varsavia provvederà ad armare quattro battaglioni carri della 18a Divisione Meccanizzata, schierata a guardia del confine orientale. L’acquisto si svolgerà su più esercizi finanziari e l’intero programma costerà alla Polonia 23,3 miliardi di PLN (5,1 miliardi di euro).

L’acquisto di questi potenti carri armati è stato deciso per dissuadere potenziali aggressioni e per contrastare i T-14 Armata russi che dovrebbero entrare in produzione di serie l’anno prossimo. La lettera di richiesta è stata già inviata a Washington. I primi carri M1A2 SEPv3 giungeranno in Polonia a partire dal prossimo anno. L’acquisto dei nuovi carri armati sarà completato dal pacchetto logistico, addestrativo comprensivo di sistemi di simulazione nonché dal adeguamento delle strutture infrastrutturali per il supporto e la riparazione.

I carri armati Abrams entreranno in servizio con l’Esercito Polacco già pronti per l’uso di munizioni programmabili; inoltre, saranno in grado di cooperare con i lanciarazzi multipli pesanti HIMARS e con i cacciabombardieri di quinta generazione Lockheed Martin F-35A di cui recentemente Varsavia è divenuta acquirente. Oltre il munizionamento programmabile, i carri polacchi saranno dotati di RWS e di corazzature di nuova generazione.

I nuovi carri armati prenderanno il posto dei vecchi T-72 di epoca sovietica ancora in linea; successivamente è prevista la sostituzione dei più recenti PT-91, una versione ampiamente rivista del T-72 prodotta in Polonia.

Il finanziamento dei nuovi carri armati non influirà sulla programmazione economica di acquisto di nuovi sistemi d’arma, attualmente in corso d’opera o schedulati per il prossimo futuro, tesi alla modernizzazione del Esercito e delle altre Forze Armate polacche, poiché avrà risorse assegnate fuori bilancio.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto

L’M1A2 Abrams SEPv3 ha un peso di 73,6 tonnellate (senza APS), è armato con un cannone da 120 mm con 42 proiettili, 900 colpi per la mitragliatrice calibro 12,7×99 mm e ben 11.000 colpi per le mitragliatrici calibro 7,62×51 mm in dotazione.

Nel 2016 è iniziato lo sviluppo del FLIR di nuova generazione, mentre nel 2018 è iniziata la produzione a basso ritmo del M1A2 SEPv3. Tra il 2019 ed il 2020 sono state completate le prove e la prima unità completa è stata dispiegata nel 2020.

I carri polacchi, come gli omologhi statunitensi, dovrebbero ricevere il sistema di protezione attiva APS Trophy che rileva il fuoco nemico, calcola l’angolo e il tempo di impatto ed intercetta il missile in arrivo.

Rispetto la versione precedente, gli M1A2 SEPv3 hanno una corazzatura migliorata che aumenta la capacità di sopravvivenza del mezzo e degli occupanti che, inoltre, beneficiano di un nuovo sistema antincendio più efficace e che non rilascia sostanze tossiche o nocive per l’equipaggio.

L’apparato motore ha ricevuto migliorie ed è stato aggiunto un alimentatore ausiliario che permette di impiegare i sistemi di osservazione/scoperta senza necessità di attivare la turbina a gas. I SEPv 3 sono dotati di nuovi sistemi di comunicazione mentre il sistema di controllo del fuoco è stato aggiornato e modificato, con l’aggiunta del Ammunition Data Link per la gestione ottimale del munizionamento anticarro perforante cinetico e di quello ad alto esplosivo/multiuso.

Foto General Dynamics

Ultime notizie

La National Nuclear Security Administration, agenzia federale che cura la sicurezza delle armi nucleari e dei reattori nucleari dell'US...
In conseguenza di alcuni rumors, Leonardo ha voluto precisare che il programma Eurofighter con il Kuwait sta procedendo in...
The Spanish media Revista Ejércitos has echoed the test carried out by ESCRIBANO M&E for the Spanish Army to...
L'MQ-8C Fire Scout, il sistema di elicotteri autonomi a base navale di nuova generazione della Marina degli Stati Uniti,...

Da leggere

Il Ruanda ospita l’incontro dei Capi di Stato Maggiore dell’Aeronautica africani

In collaborazione con le Forze Aeree degli Stati Uniti...

Lanciati con successo due satelliti GSSAP della Space Force

Due satelliti del Geosynchronous Space Situational Awareness Program (GSSAP)...