fbpx

Cinque Bastion 4×4 per i Carabineros cileni

Recentemente Arquus, l’azienda francese specializzata nell’allestimento di veicoli blindati e corazzati, ha annunciato che, dalla fine dello scorso anno, è in vigore un contratto che mira a rafforzare i veicoli dei Carabineros cileni con la produzione e la consegna di cinque veicoli Bastion 4X4.

Questo contratto rafforza la cooperazione e conferma le buone relazioni commerciali sussistenti tra i Carabineros cileni ed Arquus.

La produzione dei cinque Bastion 4×4, la cui consegna è prevista per il 2024, è già iniziata presso il Centro di eccellenza per la produzione di nuovi veicoli di Arquus a Limoges.

L’immissione in linea dei Bastion 4×4 nelle fila dei Carabineros cileni rappresenta un’importante risorsa per l’ammodernamento della flotta e il miglioramento del servizio e completeranno la gamma di veicoli Arquus già presenti in Cile, il Petit Véhicule Protégé (PVP) consegnato nel 2009 seguito nel 2014 da uno Sherpa APC.

I Bastion prodotti per i Carabineros cileni saranno assegnati alla macrozona meridionale di Araucanía.

Caratteristiche del BASTION

Il Bastion 4×4 è il veicolo ideale per garantire l’efficienza operativa e la sopravvivenza dei soldati sul campo attraverso l’ottimizzazione della triade “protezione, massa, mobilità”.

L’integrazione riuscita di queste tre prestazioni nella progettazione del Bastion garantisce una efficace sinergia, consentendo al veicolo di soddisfare i requisiti operativi massimizzando la sicurezza e la mobilità delle forze sul terreno.

Montando un corpo meccanico saldato sul telaio del Bastion, Arquus ha sviluppato una soluzione semplice, robusta, facilmente industrializzabile e sostenibile, che offre una grande adattabilità alle flotte di veicoli leggeri da ricognizione e supporto (VLRA) esistenti nel mondo.

Con un peso totale massimo autorizzato (Gross Vehicle Weight Rating – GVWR) di 12 tonnellate ed una capacità di trasporto fino a 10 passeggeri (2+8), il Bastion 4×4 è dotato di una protezione avanzata che gli consente di resistere a minacce balistiche e mine.

La semplicità d’uso e di manutenzione, unita alla sua grande versatilità, rendono il Bastion un mezzo ideale in numerose missioni.

Dal 2020, il Bastion è stato equipaggiato nella versione rinnovata con un motore a quattro cilindri da 270 cavalli. Questo re-engineering del Bastion offre capacità senza precedenti in termini di velocità e capacità di movimento, migliorando le sue capacità in tutti i teatri operativi.

Fonte e foto @Arquus

Articolo precedente

Piattaforma navale da combattimento ULAQ SIDA senza equipaggio per la Marina Turca

Prossimo articolo

Missili JASSM-ER alla Polonia

Latest from Blog

Ultime notizie