fbpx

Completate le consegne di elicotteri NH90 della Marina Militare Italiana e ultimato il centro di simulazione alla missione presso la base di Maristaeli Luni

Fonte:

56 elicotteri NH90 consegnati, di cui 46 SH-90 per compiti antinave/antisommergibile e 10 MH-90 per il trasporto tattico utility.

Interamente sviluppato da Leonardo, il centro di simulazione per la formazione di tutto l’equipaggio consente un addestramento alla missione personalizzato e ad alta fedeltà in tutti gli scenari.

La Marina Militare Italiana ha raggiunto un importante traguardo nell’incremento di capacità della propria flotta elicotteristica attraverso il completamento delle consegne di tutti gli NH90, unitamente alla realizzazione di un centro di simulazione dedicato all’addestramento degli equipaggi di questo modello. L’ultimo dei 46 SH-90A previsti, dedicato ad operazioni antinave e antisommergibile, assemblato presso lo stabilimento Leonardo di Venezia Tessera, è stato assegnato alla base di Maristaeli Luni della Marina Militare e presentato nel corso di una cerimonia ufficiale alla presenza di rappresentanti della Forza Armata, di Leonardo e di NHIndustries il 29 settembre. Quest’ultimo elicottero si unisce anche ad una flotta di dieci MH-90A, ottimizzati per compiti di trasporto tattico e operazioni speciali, portando a 56 la flotta totale di NH90 in servizio presso l’importante operatore. Il primo NH90 della Marina Militare Italiana è stato consegnato nel 2011. Da allora, l’intera flotta ha accumulato oltre 35.000 ore di volo in molteplici operazioni in Italia ed all’estero.

Il completamento delle consegne avviene in concomitanza con l’apertura presso la base di Maristaeli Luni di un centro di simulazione per l’addestramento di tutto l’equipaggio ed unico nel suo genere, dotato di un simulatore di volo dedicato in configurazione MR 1 (quindi rappresentativo dei più recenti standard avionici), completamente sviluppato da Leonardo e personalizzato secondo le esigenze della Marina Militare Italiana. Il nuovo ambiente di simulazione consente agli equipaggi di SH-90 e di MH-90 (sia piloti che personale specializzato) di essere addestrati con il massimo livello di fedeltà ed accuratezza (con standard di Livello D, ovvero 1 ora di simulazione equivalente ad 1 ora di volo reale) per svolgere missioni in ogni tipo di scenario operativo a vantaggio dell’efficacia, della sicurezza, dell’efficienza e della sostenibilità. Il sistema è stato concepito in modo da consentire ulteriori evoluzioni future, come la possibilità di essere collegato ad altri simulatori ed al fine di sviluppare sessioni di addestramento in rete congiunto e multi-dominio. Il centro di simulazione potrà anche fornire servizi di formazione ad equipaggi di NH90 prevenienti da altri Paesi.

Gian Piero Cutillo, MD di Leonardo Helicopters, ha dichiarato: “Il completamento delle consegne dell’NH90 e la realizzazione di questo ambiente di simulazione unico nel suo genere segna un importante passo avanti e rafforza ulteriormente la nostra collaborazione di lunga data con la Marina Militare Italiana. Voglio ringraziare tutto il personale della Marina e dell’industria che ha reso possibili questi risultati. Non vediamo l’ora di continuare questa collaborazione con la Marina Militare Italiana verso nuovi importanti obiettivi, per un ulteriore miglioramento di capacità volte a soddisfare le esigenze in continua evoluzione”.

IL CONTRIBUTO DI LEONARDO AL PROGRAMMA NH90

Leonardo è responsabile o contribuisce in modo significativo alla progettazione, produzione e/o integrazione di un’ampia gamma di sistemi e componenti critici dell’elicottero. Questi includono, tra gli altri, la sezione di coda della fusoliera, il sistema idraulico della trasmissione principale, funzioni avanzate del pilota automatico, l’integrazione dell’impianto propulsivo, il sistema di missione della variante navale NFH (integrando sonar, radar, sistema elettro-ottico, sistemi di autoprotezione elettronica e di identificazione, sistemi video e gestione dei sistemi d’arma comprendenti missili aria-superficie e siluri per il contrasto a minacce navali e sottomarine). Leonardo integra, inoltre, alcuni sistemi proprietari dedicati come il sistema anticollisione Laser Obstacle Avoidance System (LOAM), l’elettro-ottico LEOSS-T e, in alcuni casi, mitragliatrici di tipo gatling.

L’NH90

Maggior programma elicotteristico europeo, l’NH90 rappresenta la scelta ideale per lo svolgimento di missioni in un moderno contesto operativo grazie ad una struttura realizzata interamente in materiali compositi, un’ampia cabina, un eccellente rapporto peso/potenza ed una vasta gamma di equipaggiamenti. È dotato di un sistema di controllo del volo fly-by-wire per ridurre il carico di lavoro del pilota ed ottimizzare la manovrabilità. L’NH90 è offerto in due varianti, una dedicata alle operazioni navali (NFH) ed un’altra alle missioni terrestri (TTH). Ad oggi, oltre 500 elicotteri NH90 sono in servizio in tutto il mondo nelle due versioni, operando in presenza di qualsiasi condizione climatica, sia in ambiente terrestre che marittimo, ed hanno accumulato oltre 380.000 ore di volo.

Articolo precedente

Taiwan, varato il primo sottomarino di costruzione nazionale “SS-771 Hai Kun”

Prossimo articolo

Al via in Bulgaria l’European Spartan Excercise

Ultime notizie