fbpx

Completato il programma di modifica dei PzH2000 italiani

NSPA ha completato con successo il programma italiano di modifica del PzH2000M, fornendo all’artiglieria dell’Esercito Italiano un aggiornamento fondamentale per la sicurezza dell’equipaggio e la capacità di operare in condizioni climatiche avverse.

Land artillery - Esercito Italiano

La nuova variante PzH2000M amplia le capacità sul campo, rafforzando i sistemi in scenari di distribuzione, caratterizzati da alte temperature, attraverso l’integrazione di Generator Cooling Systems e Charge Compartment Cooling Systems.

Inoltre, l’aggiornamento migliora la sicurezza dell’equipaggio introducendo un sistema antincendio nel compartimento dell’equipaggio, nonché un Live Firing Box costituito da una selezione di strumenti che consentono la pulizia e la manutenzione “in missione” dei meccanismi di tiro.

L’aggiornamento del PzH2000M è stato appaltato a Krauss-Maffei Wegmann (KMW) attraverso una sollecitazione competitiva internazionale supportata dalla Direzione dei Sistemi Terrestri del Ministero della Difesa italiano, “Direzione degli Armamenti Terrestri”.

Uno stretto ed efficace coordinamento tra le parti interessate coinvolte ha portato al completamento con successo di tutte le fasi del progetto entro l’estate 2020, in linea con i requisiti tecnici e di qualità, le tempistiche ei costi stabiliti. I sistemi sono ora pronti per operare nelle unità di artiglieria.

Il Panzerhaubitze 2000, abbreviato in PzH2000 è un obice semovente prodotto inizialmente dai consorzi KMW / Rheinmetall per l’Esercito Tedesco ed è in uso in altre cinque nazioni NATO. NSPA fornisce un supporto in servizio ben consolidato a una flotta di quasi 300 sistemi (tramite contratti diretti o indiretti) e assiste le nazioni per determinare i loro requisiti tecnici e gestisce i progetti di modifica, integrazione delle apparecchiature e aggiornamento.

Fonte NATO Support and Procurement Agency

Articolo precedente

Meta Aerospace acquista quattro Stratotanker da Singapore

Prossimo articolo

Il Reaper raddoppia gli Hellfire trasportabili

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie