Conclusa la System Design Review (SDR) del programma U212 NFS nei tempi previsti

0
306

Il 22.2.22 (numero palindromo) OCCAR, l’Organizzazione congiunta per la cooperazione in materia di armamenti, ha comunicato di aver raggiunto un importante progresso nel programma (al momento) italiano teso alla realizzazione di nuovi sottomarini U212 Near Future Submarine o NFS.

Infatti, in quella data è stata consegnata la System Design Review (SDR) del programma U212 NFS, un programma fondamentale, che rafforzerà le capacità strategiche dei sottomarini italiani.

La cosiddetta System Design Review è una fase delicata e decisiva per la realizzazione pratica dei sistemi destinati ai nuovi battelli ed è stata eseguita con successo, in conformità ai rigorosi principi dell’Ingegneria dei Sistemi adottati per questo progetto.

La SDR ha visto impegnate la Marina Militare, Fincantieri con le altre industrie coinvolte ed ovviamente OCCAR che gestisce il programma per conto dell’Italia.

Terminata la SDR le parti passeranno alla Critical Design Review (CDR) che sottopone a revisione critica l’intero progetto che permette, una volta completata, il passaggio alla progettazione di dettaglio e, successivamente, alla costruzione dei sottomarini di nuova generazione.

OCCAR assicura che lo sviluppo del Programma sia in linea con i più avanzati criteri di System Engineering, Through Life Management, Risk Management e Qualità, per contribuire a portare il programma alla ribalta dell’attenzione internazionale, migliorando il suo potenziale per la futura cooperazione ed, al contempo, aumentando la visibilità dei suoi partecipanti industriali.

Le missioni assegnate ai sottomarini U212 NFS saranno militari e riguarderanno anche le operazioni relative alla libertà di navigazione, al contrasto del fenomeno della pirateria, alla sicurezza delle rotte di approvvigionamento energetico (per la presenza di risorse dei fondali marini ed alle infrastrutture sottomarine), al rispetto del diritto internazionale, alla lotta al terrorismo, alla difesa delle frontiere esterne e salvaguardare le infrastrutture marittime, comprese le infrastrutture essenziali offshore e subacquee (cavi in fibra ottica per le comunicazioni).

Il programma U212 NFS prevede, al momento, la realizzazione di una prima coppia di sottomarini con la seconda coppia di battelli in opzione. La consegna del primo sottomarino è prevista entro il dicembre 2027 mentre il secondo battello sarà consegnata entro il gennaio 2029. Gli altri due sottomarini, se l’opzione sarà esercitata, saranno consegnati alla Marina Militare rispettivamente nel maggio del 2030 e nel giugno del 2031.

Fonte ed immagine OCCAR

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui