fbpx

Consegnata alla Marina Egiziana la prima fregata MEKO A-200 EN

Thyssenkrupp Marine Systems ha consegnato la prima fregata del tipo MEKO A-200 EN alla Marina Militare della Repubblica Araba d’Egitto. 

Sono state ordinate in totale quattro navi, con le prime tre unità prodotte in Germania e la quarta nave costruita da Alexandria Shipyard in Egitto con trasferimento di tecnologia. 

Alla cerimonia svolta a Bremerhaven, la fregata “Al-Aziz” è stata accettata dalla Marina egiziana dopo soli 38 mesi dall’entrata in vigore del contratto.

Oltre alla cerimonia di consegna, le celebrazioni includevano la nomina di una seconda fregata MEKO A-200 EN per la Marina egiziana a cui è stato imposto il nome “Al-Qadeer”.

Dopo brevi ma intense trattative iniziate a maggio 2018, a settembre 2018 è stato firmato il contratto per le quattro fregate, con l’avvio formale dei lavori ad agosto 2019. Il primo taglio della lamiera è avvenuto a settembre 2019 ed il varo della prima fregata si è svolto ad aprile 2021. A luglio 2021 è stata nominata “Al-Aziz” e poi finalmente oggi è stata consegnata.

Nella sua classe, la MEKO A-200 EN è una delle navi da guerra più potenti oggi in servizio. Le quattro navi ordinate dalla Repubblica araba d’Egitto sono identiche nella costruzione. “Al-Aziz” inizierà il suo viaggio verso il suo porto di origine ad Alessandria tra pochi giorni.

Le MEKO A-200 EN hanno un dislocamento attorno le 4.000 tonnellate, sono lunghe 121 metri ed hanno una larghezza di 16,3 metri.

L’apparato propulsivo delle unità classe MEKO A-200 è basato su un sistema ad architettura CODAG-WARP costituito da 2 motori diesel da 6 MW su 2 motori CPP + 1 turbina a gas da 20 MW ed 1 idrogetto.

La velocità massima a pieno carico raggiungibile è superiore ai 28 nodi mentre l’autonomia è di 7.200 miglia a 16 nodi di crociera.

L’equipaggio è composto da 120 uomini e sono previste sistemazioni per altri 50 operatori delle forze speciali o allievi per campagne di istruzione o per altre esigenze operative.

Le MEKO A-200 possono imbarcare un elicottero classe 10 tonnellate o due elicotteri classe 5 tonnellate; possono essere impiegati 2 UAV del tipo rotorcraft.

Sono previsti due RHIB da 7,5 metri o due USV per missioni di sorveglianza ed altri impieghi.

Come moduli di missione, caratteristica tipica delle fregate MEKO, le A-200 possono caricare alternativamente 2 moduli di dimensioni TEU; o 2 barche da 11 m; TAS; UUV/USV.

Il sensore principale delle A-200 EN egiziane è costituito da un radar mutimodale Thales NS110, mentre l’armamento consiste in un cannone LW 127/64 mm di Leonardo/OTO Melara, 2 lanciatori quadrupli per missili antinave MM40 Exocet Block 3, 32 VLS per missili antiaerei MBDA MICA-NG, 2 impianti lanciasiluri per siluri MU90, 4 RWS con mitragliere da 20 mm per la difesa ravvicinata ed un sistema di protezione Rheinmetall Defence MASS. 

Fonte e foto Thyssenkrupp Marine Systems

Articolo precedente

Nuovo pacchetto di aiuti militari statunitensi all’Ucraina

Prossimo articolo

Un P-8A Australiano a Sigonella

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie