fbpx

Consegnato all’Argentina il terzo pattugliatore oceanico

Naval Group ha consegnato alla Marina Argentina il terzo pattugliatore oceanico l’OPV A.R.A. Storni.

La nave, come la precedente A.R.A. Piedrabuena è stata realizzata dal consorzio formato da Naval Group e da Kership, una joint venture tra Naval Group e Piriou.

L’ultima nave, l’A.R.A. ContraAlmirante Cordero sarà consegnata nel aprile del 2022 mentre l’A.R.A. Bouchard (ex-L’Adroit) e l’A.R.A Piedrabuena sono state consegnate alla Marina Argentina, rispettivamente, nel dicembre del 2020 e nel aprile del 2021.

I tre opv costruiti ex novo risultano meglio armati del Bouchard, hanno una motorizzazione potenziata, sono dotati di un sistema di stabilizzazione attivo e di un elica di prua ed hanno uno scafo irrobustito adatto alla navigazione nelle fredde acque dell’Antartide.

A bordo è installato un sistema di missione Polaris ed un sistema tattico di comunicazione dati appositamente studiato da Naval Group e testato dalla Marine Nationale.

Gli OPV possono rimanere più di tre settimane in alto mare, raggiungere una velocità di oltre venti nodi e ospitare un elicottero. Implementato da un equipaggio ridotto di quaranta persone, può ospitare anche una ventina di passeggeri aggiuntivi.

Dislocano 1650 tonnellate, sono lunghi 87 metri, larghi 14 metri e raggiungono un’autonomia di 7.000 miglia nautiche a 12 nodi.

Oltre l’elicottero classe 10 tonnellate hanno a disposizione due RHIB da 9 metri.

Sono armati con un Marlin 30 WS1 di Leonardo e 2 mitragliatrici calibro 12,7×99 mm.

Fonte e foto Naval Group

Articolo precedente

L’US Army vuole accelerare la consegna dei primi radar Sentinel A4

Prossimo articolo

Numerosi difetti riscontrati nei Global Hawk sudcoreani

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie