fbpx

Continuazione dei Maintenance Support Services per gli elicotteri sauditi di fabbricazione statunitense

Il Dipartimento di Stato di Washington ha approvato una possibile vendita militare straniera (FMS) al Regno dell’Arabia Saudita di continuazione dei servizi di supporto alla manutenzione (MSS) e delle relative attrezzature per un costo stimato di 500 milioni di dollari. La Defense Security Cooperation Agency (DSCA) ha consegnato la relativa certificazione richiesta notificando al Congresso questa possibile vendita.

Il Regno dell’Arabia Saudita ha chiesto all’Amm.ne Statunitense di acquistare la prosecuzione del contratto di Maintenance Support Services (MSS) che supporta la flotta del Royal Saudi Land Forces Aviation Command (RSLFAC) composta da Boeing AH-64D/E, Sikorsky (Lockheed Martin) UH-60L e UH-60M, Schweizer 333, Bell 406CS, nonché dalla futura linea di elicotteri Boeing CH-47F Chinook. 

I servizi contrattuali MSS includono la gestione e l’installazione di proposte di modifiche tecniche e ordini di lavoro di modifica, i servizi di gestione di riparazione e restituzione (R&R) e riparazione di componenti, la logistica del simulatore aereo, manutenzione e supporto tecnico, l’addestramento ed il supporto alla gestione della manutenzione per il personale della sede RSLFAC nonché altri elementi correlati della logistica e del supporto del programma. 

Aspetti “curiosi” di questa possibile vendita sono rappresentati da due fattori: 1) al momento è sconosciuta l’impresa od il raggruppamento di imprese che si aggiudicherà l’appalto che dovrà gestire anche le eventuali compensazioni che i Sauditi potrebbero richiedere; 2) l’Amm.ne di Washington prevede che saranno ben 350 i rappresentanti degli appaltatori statunitensi che saranno stanziati in Arabia Saudita per un biennio per dar corso a questa fornitura.

Articolo precedente

L’offerta del CV90 di BAE Systems soddisfa tutti i requisiti chiave del Ministero della Difesa ceco

Prossimo articolo

Gigantesca esercitazione per la Japan Ground Self-Defense Force

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie