fbpx

Prosegue lo sviluppo del Glide Phase Interceptor da parte della US Missile Defense Agency

La US Missile Defense Agency ha assegnato a Raytheon, Lockheed Martin e Northrop Grumman contratti del valore di 21 milioni di dollari ciascuno per competere lo sviluppo di un nuovo Glide Phase Interceptor (GPI).

Il GPI sarà un’arma ipersonica difensiva progettata per ingaggiare i missili ipersonici avversari mentre scivolano attraverso l’atmosfera superiore della Terra a circa 70 km di altitudine a velocità superiori a Mach 5.

Per affrontare con successo i missili ipersonici in arrivo, il GPI si appoggerà ai dati trasmessi da una costellazione di satelliti e dai sensori.

Il GPI è progettato per intercettare le armi ipersoniche nella fase di planata del volo, che si verifica una volta che un missile è rientrato nell’atmosfera terrestre e si sta dirigendo verso il suo bersaglio. 

La fase di sviluppo iniziale si concentrerà sulla riduzione del rischio tecnico, sullo sviluppo rapido della tecnologia e sulla dimostrazione della capacità di intercettare una minaccia ipersonica.

Sviluppato per conto della MDA, GPI sarà integrato nell’Aegis Weapon System della US Navy, un sistema di difesa navale e terrestre.

Da notare che, tra le grandi aziende aerospaziali nord americani, Boeing è fuori dalla lista di industrie che partecipano alla sviluppo del Gilde Phase Interceptor.

Articolo precedente

F-35B di Aeronautica e Marina a bordo della HMS Queen Elizabeth [Foto/Video]

Prossimo articolo

A Taiwan è iniziata la costruzione del primo sottomarino sviluppato localmente

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie