mercoledì, Agosto 4, 2021

Contrattualizzato il SICRAL 3 dalla Difesa Italiana

-

Il nuovo programma garantirà la continuità dei servizi SATCOM della Difesa in Italia

Thales Alenia Space, la joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%) e Telespazio, la joint venture tra Leonardo (67%) e Thales (33%), hanno firmato un contratto con il Ministero della Difesa italiano, rappresentato da TELEDIFE / Segreteria Generale della Difesa, per lo sviluppo del sistema di comunicazioni satellitari sicure SICRAL 3, compreso il suo segmento di terra. Coprendo lo sviluppo delle fasi B e C, il contratto ha un valore complessivo di circa € 159 milioni, quale risultato di un processo di negoziazione articolato e completo.

La Fase B è lo sviluppo dettagliato del progetto, mentre la fase C è la produzione dell’hardware fino ai Modelli di Qualificazione di Ingegneria, con le relative qualifiche, fino alla Critical Design Review.

Il programma SICRAL (Sistema Italiano Comunicazioni Sicure e Avvisi) impiega satelliti geostazionari per comunicazioni strategiche e tattiche riservate, a supporto delle missioni della Difesa sia in Italia che all’Estero. Il nuovo sistema SICRAL 3 è progettato per soddisfare i requisiti di comunicazione e interoperabilità della Difesa Italiana. Garantirà la continuità con gli attuali servizi di telecomunicazione in banda SHF e UHF forniti dai satelliti SICRAL 1A, 1B e SICRAL 2, ampliando al contempo la propria suite di servizi fornendo un payload in banda Ka, oltre supportare la sicurezza, il soccorso pubblico e servizi di protezione.

Inoltre, SICRAL 3 trarrà vantaggio dagli sviluppi in corso nell’ambito del programma ItalGovSatCom (I-GSC), un pilastro dell’evoluzione dell’“economia spaziale” e dei programmi di ricerca militare, e contribuirà ad espandere le attuali capacità satellitari della NATO.

Per sviluppare il programma SICRAL 3, Thales Alenia Space e Telespazio, attraverso la loro Space Alliance, hanno creato un consorzio temporaneo guidato da Thales Alenia Space, con Telespazio che svolge anche un ruolo di primo piano.

Thales Alenia Space sarà responsabile dell’intero sistema di telecomunicazioni SICRAL 3, del segmento spaziale (inclusa la progettazione e l’integrazione del sistema) e la progettazione, produzione ed integrazione degli innovativi payload UHF, SHF e banda Ka. Il segmento spaziale comprende due satelliti geostazionari, SICRAL 3A e SICRAL 3B. L’innovativa piattaforma, dotata di propulsione elettrica, si basa su un progetto di trasferimento orbitale modulare e autonomo che utilizza sensori e ricevitori GNSS/GPS per il posizionamento e l’assetto dei satelliti. Leonardo fornirà i sensori stellari che permetteranno a SICRAL 3 di mantenere il corretto assetto in orbita attraverso sofisticati algoritmi.

Telespazio gestirà lo sviluppo del segmento di terra altamente innovativo, sfruttando sinergie con i precedenti sviluppi SICRAL per il Centro di Controllo di Vigna di Valle e il Centro Spaziale del Fucino. La società sarà responsabile del lancio dei satelliti e della fase iniziale in orbita (LEOP) e dei test in orbita (IOT).

A suo tempo Thales Alenia Space e Telespazio hanno fornito al Ministero della Difesa italiano due satelliti SICRAL di prima generazione (non più operativi) ed il satellite SICRAL 2 di seconda generazione. Telespazio, avendo cofinanziato le missioni SICRAL 1B e SICRAL 2, ha consolidato il proprio ruolo di operatore satellitare per la difesa. Detenendo una quota della capacità di trasmissione di questi satelliti, offre servizi di telecomunicazioni alle Forze Armate dei Paesi membri della NATO. Inoltre, La Space Alliance ha contribuito allo sviluppo ed al lancio del satellite Athena-Fidus per le telecomunicazioni militari e duali (civili-militari) per Francia e Italia e di due satelliti Satcom BW per la Germania. Grazie ad Athena-Fidus e SICRAL 2, Thales Alenia Space e Telespazio costituiscono la pietra angolare della collaborazione europea in difesa.

Il contratto SICRAL 3 segna un importante passo avanti per Thales Alenia Space e per l’intera industria spaziale in termini di capacità di proporre soluzioni progettuali e tecnologie, non solo per il Governo Italiano ma anche per nazioni alleate e organizzazioni internazionali come la NATO”, ha affermato Massimo Claudio Comparini, Deputy CEO e SEVP Exploration, Observation and Navigation di Thales Alenia Space. “Questo contratto riflette la proficua collaborazione di lunga data tra la nostra azienda e l’Amministrazione della Difesa. Grazie all’esperienza maturata nella conduzione di programmi nazionali come SICRAL e COSMO-SkyMed, nonché alle competenze nei sistemi sia terrestri che spaziali, l’industria spaziale italiana mantiene la piena capacità autonoma nello sviluppo e nella fornitura di soluzioni end-to-end per sistemi integrati su larga scala.”

Da oltre 20 anni le missioni SICRAL rappresentano l’eccellenza nell’implementazione e nella gestione di complessi programmi spaziali”, ha affermato Luigi Pasquali, Amministratore Delegato di Telespazio. “La Space Alliance tra Leonardo e Thales, attraverso le sue società Telespazio e Thales Alenia Space, lavora a stretto contatto con il Ministero della Difesa italiano per fornire servizi di comunicazione satellitare moderni ed efficaci per il nostro Paese e la NATO. Garantendo la continuità del programma SICRAL e ampliando i suoi servizi, soprattutto attraverso una banda Ka aggiunta, le nostre forze di difesa avranno la capacità operativa necessaria per rafforzare ulteriormente il ruolo internazionale del Paese».

Giuseppe Abbamonte, Ammiraglio Capo Ispettore di TELEDIFE (Direzione Informatica, Telematica e Tecnologie Avanzate del Ministero della Difesa) ha aggiunto: “Negli ultimi tre anni e mezzo, come Direttore di TELEDIFE, abbiamo lanciato importanti programmi spaziali. Oggi, questi sforzi sono culminati nella firma del contratto per lo sviluppo della futura costellazione di satelliti militari satcom, la firma di oggi conferma non solo l’enorme importanza dello spazio per la difesa, ma anche l’altissimo livello raggiunto dall’industria italiana, rappresentata oggi da due delle più importanti aziende operanti in questo settore, Thales Alenia Space e Telespazio, l’industria italiana non produce solo sistemi in grado di soddisfare i complessi requisiti imposti dalle esigenze militari nazionali,ma si sta affermando anche in un contesto internazionale altamente competitivo”.

Fonte ed immagine Thales Alenia Space

Ultime notizie

A sostegno del programma di modernizzazione della marina ellenica, Lockheed Martin ha stipulato accordi di collaborazione con i principali...
L'US Navy ha completato con successo il primo lancio di un AGM-88G Advanced Anti-Radiation Guided Missile Extended Range (AARGM-ER)...
BAE Systems. ha sviluppato una versione avanzata del suo kit di guida APKWS collaudato in combattimento che offre una maggiore distanza di colpo...
OJSC Il (parte di United Aircraft Corporation, UAC) è pronta a offrire un pacchetto di aggiornamenti per gli aerei...

Da leggere

Primo Lynx Mk95A ammodernato per il Portogallo

Leonardo Helicopters ha consegnato alla Marina portoghese il primo...

Sensori IR neuromorfici in campo militare, il programma della DARPA

Raytheon Intelligence & Space, un'azienda di Raytheon Technologies, si...