fbpx

Cooperazione Italia-Giappone con esercitazione congiunta in Giappone tra Aeronautica Militare e Japan Air Self-Defense Force

L’Aeronautica Militare ha comunicato che nei prossimi giorni provvederà a schierare in Giappone molteplici assetti per l’attività addestrativa congiunta con la Japan Air Self-Denfense Force, tra cui quattro velivoli F-35.

Si svolgerà dal 4 all’8 agosto, presso la base aerea giapponese di Komatsu, l’esercitazione congiunta che vedrà velivoli dell’Aeronautica Militare e della Japan Air Self-Defense Force addestrarsi insieme su diverse attività in scenario operativo.

Per l’Aeronautica Militare, il cui rischieramento dei mezzi inizierà già negli ultimi giorni di luglio con una complessa e minuziosa operazione logistica, questa esercitazione sarà anche un importante test della rete di comando e controllo e della propria capacità di proiettare, sostenere e far operare assetti in un teatro lontano (definita expeditionary).

L’Italia porterà infatti in Giappone velivoli dalle caratteristiche di impiego molto diverse, inclusi i caccia di 5a generazione F-35, i tanker KC-767A, il nuovissimo CAEW (Conformal Airborne Early Warning) G-550 ed i velivoli da trasporto tattico C-130J.

Anche questa attività addestrativa, volta ad accrescere ulteriormente le competenze delle reciproche Forza Aeree in termini interoperabilità e capacità operativa, rientra nell’ambito dei più ampi rapporti di collaborazione tra Italia e Giappone, che includono anche l’accordo tra Aeronautica Militare e Japan Air Self-Defense Force per la formazione di student pilot presso l’International Flight Training School (IFTS), basata a Decimomannu.

Fonte e foto @Aeronautica Militare-Stato Maggiore/5°Reparto Comunicazione

Articolo precedente

Firmata convenzione tra Marina Militare ed ISPRA per la tutela ed il monitoraggio dei mari

Prossimo articolo

Un secondo C-27J Spartan per la Slovenia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie