fbpx

Cooperazione tra Germania ed Italia nel settore difesa

In occasione del recente vertice bilaterale tenuto a Berlino tra Germania ed Italia sono stati discussi e siglati accordi in diversi settori tra cui quello che riguarda le tematiche della difesa.

Berlino e Roma sono concorde nel puntare a rafforzare la cooperazione bilaterale italo-tedesca in materia di armamenti, promuovendo anche la cooperazione multilaterale con altri partner europei per lo sviluppo
condiviso di progetti strategici di Difesa Europea a medio e lungo termine.

Gli attuali programmi di cooperazione

Infatti, non mancano gli esempi di proficua reciproca collaborazione industriale e militare come i programmi Eurofighter, Eurodrone, il sistema AGS, il programma per i sottomarini U212A, la famiglia di elicotteri NH-90, il munizionamento guidato di precisione a lungo raggio Vulcano, il missile aria-aria a lungo raggio Meteor ed ora il programma per un intercettore nel ambito del sistema di difesa antimissile ipersonico Hydis.

I prossimi programmi in collaborazione

Sulla base di questa solida collaborazione i due Paesi vogliono continuare a cooperare nel ambito di importanti programmi, soprattutto nel dominio terrestre, come il Sistema principale di combattimento terrestre (Main Ground Combat System – MGCS), il Sistema di combattimento corazzato di fanteria (Armoured Infantry Combat System – AICS), la futura artiglieria a lungo raggio nonché il combattimento collaborativo (collaborative combat) terrestre.

Peraltro, sono stati individuati ulteriori settori per lavorare insieme come il Rotore di nuova generazione (Next Generation Rotorcraft – NGRC) e altre iniziative di ala rotante (Rotary Wing), “HYDIS”, nonché progetti NATO, ad esempio l’ampliamento del memorandum d’intesa sulla Difesa aerea modulare
basata al suolo (Modular Ground Based Air Defence – GBAD).

Evitare la frammentazione e la duplicazione rafforzando la cooperazione industriale

L’obbiettivo dichiarato è ridurre la frammentazione, promuovere l’intercambiabilità, aumentare l’interoperabilità tra le Forze Armate dei due Paesi e rafforzare l’industria europea della difesa, evitando di duplicare le tecnologie chiave di difesa già esistenti e di elevata qualità. A tal fine, si è concordato di procedere ad indicare le rispettive realtà industriali di comprovata affidabilità ed efficacia per guidare e
formare consorzi di appaltatori adeguati.

Dreharbeiten der 200. Folge von der ZDF-Serie Küstenwache in der Eckernförder Bucht mit dem U-Boot, U 32.

Inoltre, Roma e Berlino concordano nel voler rafforzare la cooperazione industriale, come nel settore dell’elettronica per la difesa, specialmente con progetti nel dominio terrestre e marittimo, valutando
le opportunità di cooperazione industriale in altri potenziali ambiti di complementarietà nonché le prospettive di esportazione congiunta all’interno di un quadro normativo comune.

Controllo delle esportazioni nel settore della difesa

Infine, nell’ambito del Dialogo Strategico sulla difesa, Roma e Berlino sono d’accordo di estendere la cooperazione dei programmi di sviluppo ed industriali anche al controllo delle esportazioni nel settore della difesa.

Basandosi sulla Posizione Comune del Consiglio n.2008-944-PESC, modificata nel 2019, Germania ed Italia vogliono proseguire nelle consultazioni, anche con Francia e Spagna, in materia di controllo delle esportazioni di armamenti, in vista dell’adesione di Roma all’Accordo in materia di Controllo delle Esportazioni nel Settore della Difesa.

Infatti, i due Paesi condividono l’obiettivo di migliorare l’armonizzazione delle prassi in materia di controllo delle esportazioni di armamenti degli Stati Membri dell’UE e di esaminare le possibilità di rafforzare ulteriormente il quadro normativo in seno all’UE.

Conclusioni

Germania ed Italia vogliono continuare a cooperare nel settore dell’industria della difesa che sarà notevolmente approfondita e comprenderà anche il sostegno alla cooperazione con altri partner europei nell’ambito di programmi internazionali a medio e lungo termine.

Foto @Bundeswehr e @Esercito Italiano

Articolo precedente

Consegnato alla Aeronautica Brasiliana il quinto EMB 145 AEW&C aggiornato

Prossimo articolo

Il cacciatorpediniere USS Mason in azione nel Mar Rosso

Ultime notizie