fbpx

Ulteriore passo in avanti del Main Ground Combat System

Con il contratto su uno studio di definizione dell’architettura di sistema concluso tra l’industria e l’Ufficio federale delle attrezzature della Bundeswehr, l’information technology e il supporto in servizio (BAAINBw), il futuro Main Ground Combat System tedesco-francese ha raggiunto una nuova pietra miliare.

Kampfpanzer Leopard bei voller Fahrt im Gelände.

Il programma Main Ground Combat System avanza spedito. Dopo la firma degli accordi quadro e di attuazione da parte dei Ministri della Difesa di Germania e Francia, l’attenzione sarà ora focalizzata sul contratto con il consorzio ARGE formato da Rheinmetall, Krauss-Maffei-Wegmann (KMW) e Nexter. Questo contratto permette di lanciare lo studio sull’architettura del sistema per il MGCS. I concetti selezionati a livello nazionale sono armonizzati per sviluppare un’architettura di sistema multipiattaforma comune. La prima parte dello studio dovrà essere completata entro 20 mesi. Il contratto è stato concluso tra il consorzio ARGE partecipante e l’Ufficio federale delle attrezzature della Bundeswehr, l’information technology e il supporto in servizio (BAAINBw) in rappresentanza sia della Germania che della Francia.

Il contratto è cofinanziato in parti eguali da Germania e Francia. Allo stesso modo, le imprese tedesche e francesi attueranno la stessa divisione del lavoro.

Il progetto Main Ground Combat System a guida tedesca sostituirà il carro armato tedesco Leopard 2 l’omologo francese Leclerc attorno alla metà degli anni 2030. Con questo progetto, Germania e Francia inviano un segnale forte della cooperazione europea in materia di difesa.

Fonte ed immagine Ministero Federale della Difesa Tedesco – Bundeswehr/Marco Dorow

Articolo precedente

Patria e U.S. Army iniziano gli studi di fattibilità per impiegare il mortaio NEMO 120 mm

Prossimo articolo

Nuovo fucile d’assalto per il Giappone

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie