fbpx

Dal 2024 la Repubblica Ceca porterà la spesa militare al 2% del PIL

Il Governo di Praga ha approvato un disegno di legge che consente di aumentare a partire dal 2024 la spesa della Difesa al 2% del Prodotto Interno Lordo.

Questo consistente aumento consentirà alla Repubblica Ceca di avviare importanti programmi di ammodernamento e potenziamento delle Forze Armate.

In tal modo Praga si allineerà ai principali Paesi dell’Alleanza Nord Atlantica che hanno portato o stanno portando il loro bilancio della Difesa al 2% del PIL (in alcuni casi anche ben oltre), soglia questa decisa dal consesso NATO prima dell’invasione russa in Ucraina, per promuovere l’ammodernamento del dispositivo militare europeo-atlantico.

Uno dei principali programmi che beneficerà delle nuove risorse sarà quello relativo l’acquisto di fino 24 caccia bombardieri Lockheed Martin F-35 Lightning II con i quali saranno organizzati due Gruppi o Squadroni, concludendo il contratto di leasing in atto relativo i Gripen C/D oggi impiegati.

Un altro programma che riceverà impulso e finanziamenti adeguati sarà quello dei veicoli da combattimento della fanteria BAE Systems Hägglunds CV90 Mk IV per i quali l’Esercito di Praga ha mostrato interesse ad acquistarne 210 esemplari.

Per l’anno corrente, il Ministero della Difesa di Praga avrà a disposizione un budget pari al 1,52% del PIL.

Foto Royal Australian Air Force

Articolo precedente

In orbita il satellite israeliano per l’osservazione terrestre EROS C3

Prossimo articolo

Il sistema missilistico Spyder ora è in grado di affrontare anche la minaccia missilistica balistica tattica

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie