giovedì, Gennaio 20, 2022

Disattivata la USNS Invincible

-

Lo scorso 15 dicembre con una cerimonia interforze si è tenuta la disattivazione della USNS Invincible, una nave impiegata per il tracciamento di missili, oggetti spaziali statunitensi e di altri Paesi.



Più di 150 persone tra cui membri dello staff del Congresso, ufficiali generali dell’Aeronautica, rappresentanti senior di MSC e funzionari eletti locali erano presenti a Cape Canaveral SFS per l’evento.

La USNS Invincible ospitava il sistema radar GRAY STAR che forniva prodotti radar unici, di alta qualità, ad alta risoluzione e multi-lunghezza d’onda utilizzati per monitorare gli eventi di test di missili, spazi o armi statunitensi o stranieri in tutto il mondo. 

Varata nel 1986 ed immessa in servizio a pieno regime nel 1987, la missione originale di Invincible era di pattugliare i mari alla ricerca di sottomarini utilizzando il suo sonar. La nave è stata ristrutturata nel 2000 per supportare le missioni dei Capi di Stato Maggiore riuniti per monitorare gli eventi di test missilistici o di armi che avrebbero potuto comportare pericoli o minacce per la navigazione aerea o di superficie.

Nel corso della sua vita operativa, la USNS Invincible è stato schierata in tutto il mondo e l’AFTAC (Air Force Technical Applications Center) ha fornito un ufficiale di alto livello per servire come comandante della missione della nave, la cui responsabilità era garantire che il team della piattaforma raccogliesse e consegnasse con successo i dati vitali della missione.

La decisione di disattivare la nave si basava su requisiti di quartier generale più elevati per bilanciare i costi di mantenimento, l’efficacia operativa e il perno del Dipartimento della Difesa nella competizione strategica. Il Dipartimento della Difesa ha una vasta gamma di capacità per supportare le operazioni di difesa dai missili balistici che continuano ad operare in tutto il mondo oggi.

La USNS Invincible ha svolto un ruolo fondamentale nella strategia di sicurezza nazionale degli Stati Uniti fungendo da piattaforma di localizzazione mobile per la registrazione di dati su missili e satelliti che erano in genere fuori dalla portata delle stazioni di terra stabilite. Durante la sua permanenza all’estero, l’Invincible ha raccolto dati su 73 diversi sistemi nella sua principale area di responsabilità, il Medio Oriente, fornendo ai decisori più importanti della nazione misurazioni tecniche per monitorare la conformità al trattato nucleare.

Ci vorranno circa sette mesi per disattivare completamente la nave, con l’intenzione di riutilizzarla in una nave da addestramento o immagazzinata come parte della flotta della riserva di difesa nazionale. Il sistema radar sarà riproposto dall’Air Force Research Laboratory per condurre test e valutazioni di tecnologie radar avanzate.

Fonte e foto Air Force Technical Applications Center

Ultime notizie

La Royal Australian Air Force (RAAF) ha ricevuto la prima testata BLU-111 (AUS) B/B prodotta in Australia per le Guided...
La fregata FREMM Carlo Margottini della Marina Militare ha eseguito manovre navali insieme alle unità della Sesta Flotta dell'U.S....
Il Lockheed Martin Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT ha completato con successo i voli di prova del profilo di missione FLRAA...
Le rotte seguite dagli aerei in Europa stanno diventando di giorno in giorno sempre più interessanti da analizzare.A causa...

Da leggere

South Korean Army test the GUARDIAN – ASPIS RWS from Escribano Mechanical & Engineering

The Spanish leading defense and engineering company Escribano Mechanical...

Quaranta VBM Porta Mortaio e Posto Comando nonché sei veicoli recupero/soccorso per l’Esercito Italiano

La Società Consortile Iveco – Oto Melara (CIO) annuncia che...