lunedì, Agosto 2, 2021

Due incidenti in meno di 7 giorni, sospesi i voli del MQ-8C Fire Scout

-

L’U.S. Navy ha sospeso le operazioni di volo degli elicotteri a controllo remoto MQ-8C Fire Scout dopo che, in meno di una settimana, due esemplari sono rimasti danneggiati in altrettanti incidenti di classe A (un danno superiore ai 2,5 milioni di dollari).

Il primo incidente è avvenuto il 10 novembre durante la fase di atterraggio, allorquando l’elicottero era in posizione di “holding” prima di scendere e poggiare i pattini a terra.

Il secondo imprevisto invece si è verificato il 16 novembre durante la prova di nuove batterie agli ioni di litio. L’MQ-9C doveva rimanere solamente “acceso” senza decollare. Quando dal terminale di manutenzione è stato inviato il comando di spegnimento è stato perso il collegamento con l’elicottero ed il rotore ha impattato il suolo.

Entrambi gli incidenti sono avvenuti presso la Naval Air Station (NAS) di Point Mugu dove ha sede l’Helicopter Sea Combat Squadron 23.

Per queste ragioni, in maniera cautelativa, la Navy ha deciso di sospendere l’attività di volo in modo da appurare le cause degli incidenti prima di riprende le operazioni.

MQ-8C

Nel 2015 un MQ-8C è rimasto in volo per ben 11 ore consecutive dimostrando la propria capacità di persistenza nella zona di interesse.

Ha un’autonomia di 280 km e ha una capacità di carico utile di 318 kg.

Nel giugno del 2019 ha raggiunto l’IOC (Initial Operating Capability) ed è in programma di essere impiegato dalle Littoral Combat Ship (LCS).

Il Fire Scout sta svolgendo una serie di prove che riguardano anche l’integrazione del radar AN/ZPY-8 (classificazione USA del radar Osprey) in banda X.

Immagine di copertina: 180621-N-XP203-1010 PACIFIC OCEAN (June 21, 2018) – Air Test and Evaluation Squadron 1 (VX-1) Sailors Aviation Machinist’s Mate Second Class Salvatore Green, a native of Garfield, New Jersey, left, and Aviation Electronics Technician Third Class Jake Price, a native of Cincinnati, Ohio, prepare the MC-8C Fire Scout to launch from the Independence variant littoral combat ship USS Coronado (LCS-4). VX-1 Sailors embarked Coronado to conduct the first comprehensive Initial Operational Test and Evaluation (IOT&E) for the MQ-8C Fire Scout, the Navy’s newest unmanned helicopter. LCS is a high-speed, agile, shallow draft, mission-focused surface combatant designed for operations in the littoral environment, yet fully capable of open ocean operations. As part of the surface fleet, LCS has the ability to counter and outpace evolving threats independently or within a network of surface combatants. (U.S. Navy photo by Ens. Jalen Robinson/RELEASED)

Ultime notizie

Lo scorso 31 luglio a Groton nel Connecticut, il più recente sottomarino d'attacco (SSN) classe Virginia della US Navy,...
“Il primo appontaggio di un moderno aereo F-35B della Marina Militare sul ponte della sua portaerei, Nave Cavour, avvenuto...
Il Dipartimento di Stato di Washington ha approvato una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo della Thailandia di missili Javelin...
Secondo quanto riportato dal quotidiano giapponese Yomiuri, il Giappone inizierà i lavori sulla JS Kaga verso fine anno.I lavori...

Da leggere

HENSOLDT vince il contratto per la sorveglianza dello spazio aereo tedesco

Hensoldt, fornitore di soluzioni di sensori, fornirà nuovi radar...