martedì, Gennaio 31, 2023

Due nuove navi per la Marina dell’IRGC

Il comandante della Marina dell’IRGC, il contrammiraglio Ali Reza Tangsiri, ha annunciato che il suo servizio riceverà due nuove corvette missilistiche, le Mahdavi e Baqeri che riporteranno il nome di due “martiri” del ramo navale del IRGC.

Le navi in questione potranno trasportare elicotteri, missili e decine di droni, mentre la Baqeri sarà in grado di operare anche con velivoli a pilotaggio remoto.

Il contrammiraglio Ali Reza Tangsiri ha specificato che le due nuove unità avranno ampia autonomia e potranno fornire protezione alle unità mercantili iraniane in navigazione lontano dalle acque di casa.

Nel corso dell’intervista il comandante del servizio navale del IRGC si è voluto soffermare sulle capacità di combattimento della unità da combattimento Qassem Soleimani di recente immissione in servizio.

La Qassem Soleimani ha adottato un design stealth dello scafo a catamarano per avere una bassa impronta riflettente radar ed annesse tecnologie.

La nave in questione, dotata di quattro motori diesel messi a punto dall’industria nazionale iraniana, è stata descritta come in grado di affrontare la minaccia navale di superficie, aerea e di essere in grado di colpire obiettivi terrestri.

Le dotazioni della Qassem Soleimani prevedono VLS o lanciatori verticali per 16 missili Navvab a corto raggio e 6 Sayyad a medio raggio mentre per l’attacco di superficie e contro obiettivi terrestri sono previsti sei lanciatori per missili da crociera Ghader\Ghadir e Nasr\Nasir.

A bordo sono visibili anche impianti di mitragliere calibro 30 e 20 mm in impianti controllati da remoto, lanciatori di chaff e decoy per difesa antimissile ed un ampio ponte di volo per operare con un elicottero e/o uav del tipo rotorcraft.

Non si esclude la possibilità che l’unità possa mettere a mare da appositi scivoli a scomparsa anche rhib e mezzi d’assalto degli assaltatori del IRGC.

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI