lunedì, Ottobre 25, 2021

Due ulteriori satelliti COSMO-SkyMed di Seconda Generazione per l’Italia

-

Telespazio e Thales Alenia Space hanno firmato con il Ministero della Difesa e l’Agenzia Spaziale Italiana il contratto per due satelliti addizionali COSMO-SkyMed Second Generation (CSG) raddoppiando quindi le capacità del sistema di osservazione entro il 2025.

I satelliti 3 e 4 completeranno la seconda generazione di satelliti italiani aggiungendosi a quello già in orbita ed a uno che deve essere messo in orbita.

La firma (Fonte: ASI)

La firma del contratto, avvenuta presso la sede ASI a Roma, ha visto la presenza il Presidente ASI Giorgio Saccoccia, direttore generale ASI Fabrizio Tosone, Massimo Comparini di Thales Alenia Space, Luigi Pasquali AD di Telespazio e l’Amm. Ispettore Giuseppe Abbamonte, direttore di TELEDIFE.

Sono intervenuti da remoto l’On. Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e della Ricerca e Alessandro Profumo, AD di Leonardo.

Leonardo sarà grande protagonista mediante le joint venture Thales Alenia Space e Telespazio e per il seconda satellite il lancio avverrà mediante un vettore Vega-C di Avio.

Il primo satellite CSG è partito alle 09.54 del 18 dicembre 2019, ora italiana, dalla base spaziale europea di Kourou nella Guyana francese, mediante un razzo-vettore russo Soyuz.

Il Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giorgio Saccoccia, ha dichiarato:

La firma del contratto per l’espansione della costellazione COSMO-SkyMed di Seconda Generazione (CSG) rappresenta un evento cruciale per assicurare al Paese la continuità operativa di un’infrastruttura spaziale all’avanguardia mondiale. L’Agenzia Spaziale Italiana è fiera di essere ancora una volta promotrice delle tecnologie d’eccellenza che tutta la filiera produttiva di CSG è in grado di esprimere, e nel contempo conferma il proprio impegno nella realizzazione di sistemi spaziali in grado di rispondere alle esigenze di una vasta platea di utilizzatori in Italia e nel Mondo, in linea con gli Indirizzi del Governo in materia spaziale

L’Amministratore Delegato di Leonardo, Alessandro Profumo, ha affermato:

COSMO-SkyMed è una storia di successo del sistema Italia, un driver di ricerca tecnologica, di nuove applicazioni, di competitività industriale e di occupazione, nonché una infrastruttura fondamentale per la protezione e sicurezza del nostro Paese e dell’Europa. Un sistema le cui potenzialità in termini di affidabilità, precisione e flessibilità sono note a livello internazionale grazie alle capacità dimostrate nella gestione di situazioni di emergenza legate a eventi improvvisi, capacità ulteriormente potenziate nella seconda generazione del programma, grazie a una continua ricerca tecnologica. Come Leonardo siamo orgogliosi del contributo fornito in tutte le fasi del programma COSMO-SkyMed, un ruolo che ci conferisce credibilità e prestigio con i nostri clienti in tutto il mondo

Ultime notizie

Domenica 24 ottobre è stato lanciato dal Guiana Space Center di Kourou con successo il primo satellite militare per...
Nei prossimi mesi Israele ha intenzione di richiedere agli Stati Uniti d'America l'autorizzazione all'acquisto delle nuove bombe GBU-72 Advanced...
Un capitano del Bundeswehr di 32 anni, specializzato in IED, è stato trovato in possesso di materiale radioattivo, documenti...
di Angelo TIBERI Ufficiale (in cong.) del Corpo dei Granatieri Cultore di Ordinamento dell’Esercito Italiano e delle Politiche di Difesa e...

Da leggere

Alla Lituania consegnati ulteriori autocarri Unimog U5000

Come annunciato dal Ministero della Difesa della Lituania sono...

La Norvegia ritira gli F-16 dalla linea operativa entro la fine del corrente anno

Il Ministero della Difesa di Oslo ha decretato di...