fbpx

Duecento missili Patriot per la Romania

Nell’ambito del contratto concluso dalla NATO Support and Procurement Agency (NSPA) e COMLOG, la joint venture tra Raytheon e MBDA DE, per la produzione di mille missili Patriot PAC-2 GEM-T, la Romania ne acquisterà duecento esemplari.

Tale programma per la Romania avrà un costo di 1,09 miliardi di euro e questi missili serviranno a completare le dotazione dei lanciatori M903 Patriot in servizio presso quattro batterie dell’Aeronautica Militare e tre batterie dell’Esercito di Bucarest.

Ogni batteria è composta da un radar per la scoperta ed il tracciamento, quattro lanciatori ognuno in grado di impiegare fino ad otto missili, un generatore ed un centro di comando e controllo. Completano le dotazioni ulteriori veicoli per il trasporto ed il rifornimento dei missili, veicoli logistici e per il collegamento.

La NSPA ha siglato il contratto, nell’ambito dell’iniziativa europea Sky Shield o ESSI, per conto della Germania, Paesi Bassi, Romania e Spagna le cui Forze Armate gestiscono le batterie Patriot per compiti di difesa aerea ed antimissile.

E’ interessante notare che nelle fila dell’Aeronautica Rumena le quattro batterie Patriot interagiscono con otto batterie dotate di missili superficie-aria MIM-23 Hawk o “Homing All the Way Killer” PIP III (Product Improvement Plan Phase III) ricevute di seconda mano dai Paesi Bassi.

Foto @Ministero della Difesa Nazionale Rumena

Ultime notizie