mercoledì, Ottobre 20, 2021

Ecco come la Royal Navy immagina la flotta del futuro

-

Se non debitamente contestualizzati i concept usciti dall’UK Naval Engineering Science and Technology (UKNEST) potrebbero appartenere a qualche serie TV sci-fi ambientata in un futuro dominato da androidi e viaggi interstellari.

Secondo gli ingegneri dell’UKNEST la “Future Autonomous Fleet” che opererà, forse, tra cinquanta anni sarà composta da droni nella stratosfera, navi madre ad alta velocità autonome contenenti droni di piccole dimensioni, portaerei propulse da biofuel ed eolico ed una specie di “ala voltante” sottomarina.

Sarà realmente questo il futuro?

Ultime notizie

Giovedì 21 ottobre 2021, il Direttore Generale dell’Agenzia Industrie Difesa, Dott. Nicola Latorre, e l’Amministratore Delegato di Difesa Servizi S.p.A., Avv. Fausto...
Centro Veterani Difesa, Pucciarelli: modello di professionalità, innovazione e competenza.“Nella mia visita odierna al Centro Veterani della Difesa (CVD),...
Capo di Stato Maggiore della DifesaL'Ammiraglio Cavo Dragone, così come noto ormai da qualche settimana, ha preso ufficialmente l'incarico...
Presso il Cantiere Navale Vittoria di Adria è stato varato il nuovo pattugliatore d'altura P.04 “Osum” destinato alla Guardia...

Da leggere

Vertici delle Forze Armate, le nuove designazioni ed i loro curriculum

Capo di Stato Maggiore della DifesaL'Ammiraglio Cavo Dragone, così...

Rheinmetall Oerlikon Searanger 20 per la Marina Egiziana

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha assegnato...