Erdogan chiede al Parlamento “massima autonomia” per la Libia

0
378

Secondo quanto riportato da Nordic Monitor, il Presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha inviato al Parlamento una mozione per chiedere una estensione di 18 mesi dell’attuale missione in Libia.

Il numero ed il posto in cui saranno dislocati i militari turchi è lasciato alla piena discrezione del Presidente Erdoğan che come noto non considera legittima l’esistenza del Libyan National Army di Haftar e motiva l’invio di truppe con una richiesta da parte del Governo di Accordo Nazionale pervenuta nel dicembre 2019.

L’autorità di Erdoğan sembra però crescere a dismisura con l’ultimo paragrafo del testo inviato al Parlamento dove chiede l’autorizzazione ad inviare truppe verso “paesi” nei casi in cui la sicurezza degli interessi turchi fosse messa in pericolo senza aspettare i tempi burocratici del Parlamento.

Una sorta di autorizzazione permanente che consente al Presidente turco di poter ordinare nel più breve tempo possibile il dispiegamento di truppe nella regione del Mediterraneo e del Nord Africa.

Oltre all’attacco contro il Governo di Accordo Nazionale alcuni analisti hanno sottolineato come queso fornisce l’autorizzazione all’uso della forza militare in caso di violazione del Memorandum of Understanding (MoU) sulla delimitazione della giurisdizione marittima nel Mediterraneo che tanto ha fatto discutere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui