lunedì, Settembre 20, 2021

Esplosione all’impianto di arricchimento iraniano di Natanz, sabotaggio

-

L’Organizzazione iraniana per l’Energia Atomica sostiene che l’esplosione avvenuta lo scorso mese all’impianto di arricchimento di Natanz è stata causata da un “sabotaggio”.

Immagine

La conferma arriva direttamente dal portavoce dell’ente, Behrouz Kamalvandi.

Non sono ancora stati resi di pubblico dominio i dettagli dell’esplosione.

Impianto di Natanz

E’ facile però che tali informazioni non verranno divulgate per questioni di “sicurezza nazionale”.

L’evento di Natanz è avvenuto sei giorni dopo una altra esplosione in un complesso militare nei dintorni di Tehran.

L’Iran ha ripreso l’attività di arricchimento dell’uranio a Natanz a settembre dello scorso anno.

Difesa anti-aerea dispiegata attorno all’impianto di arricchimento di Natanz

Presso l’impianto di arricchimento di Natanz (circa 250 km a sud di Tehran) si presume siano installate 19.000 centrifughe della quali almeno la metà alimentate a esafluoruro di uranio.

Immagini: Wikipedia, Organizzazione iraniana per l’Energia Atomica

Ultime notizie

La Marina degli Stati Uniti ha lanciato con successo due SLBM (Submarine Launched Ballistic Missile) Trident II D5LE dal...
Al team guidato da BAE Systems e formato principalmente da Babcok, SDA e Rolls Royce è stato assegnato dal...
Il Ministero della Difesa spagnolo, attraverso la Direzione Generale degli Armamenti e dei Materiali (DGAM) consegnerà al Ejército del...
Questo “speciale Reparto Alpino” dell’Esercito Italiano è stato creato per decisione e autorizzazione del Capo di Stato Maggiore della...

Da leggere

La Marina Militare al 61^ Salone Nautico di Genova

La fregata Luigi Rizzo, stand informativi e un’imbarcazione dell’Istituto...