fbpx

F-35 dell’Aeronautica Militare, parola al pilota [Video]

Le Forze Armate di ogni alleato della NATO si affidano a velivoli in grado di assicurare massimi livelli di prestazione. Incontra gli uomini e le donne che gestiscono quei veicoli e scopri come le loro macchine aiutano a mantenere le persone al sicuro.

Scopri l’aereo, di quale attrezzatura il pilota ha bisogno per farlo volare e perché gli piace stare nei cieli in uno degli aerei tecnologicamente più avanzati a disposizione della NATO. 

Il pilota fa parte della missione Baltic Air Policing della NATO di stanza presso la base aerea di Ämari in Estonia.

Sottotitoli

“Sono un pilota dell’Aeronautica Militare Italiana e questa è la mia macchina…l’F-35A”

“L’F-35 è un aereo da combattimento multiruolo di quinta generazione. È lungo circa 15 metri, largo 12 metri e posso raggiungere una velocità di 1,6 Mach. È una volta e mezza la velocità del suono. Può raggiungere un’altitudine di 50.000 piedi (~15 km) e il cielo lassù inizia a diventare molto scuro.

“Questa è l’attrezzatura che uso quando volo…G-suit, Flight jacket, casco e infine… guanti.”

“La sua caratteristica principale? La sua scarsa visibilità.

Ta-da!

Ok, forse abbiamo esagerato un po’, ma è invisibile ai radar”.

“Ora vi spiego perché amo pilotare l’F-35. L’F-35 è il velivolo tecnologicamente più avanzato a disposizione della NATO e della nostra Air Force. Mi permette di svolgere missioni prima impensabili e di farlo con estrema facilità. E poi, lascia che te lo dica, è davvero fantastico!”

Articolo precedente

Loitering Munition Hero-30 for the Italian Special Forces

Prossimo articolo

La Norvegia acquista il Joint Strike Missile

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie