fbpx
Two of three U.S. Air Force C-130H Hercules delivered to the Nigerien Armed Forces sit side-by-side on the Niamey flightline during a Dec. 7 ceremony at the Niamey Air Base 101, Niger. Niger received the first of three scheduled C-130 aircraft deliveries by the U.S. in January 2021. The second was delivered on Nov. 9, 2021. The addition C-130s to the Nigerien Armed Forces fleet places Niger among 70 others nations with this airlift capability and marks the enduring commitment of the U.S. Air Force to support continued humanitarian operations and counter violent extremist organizations missions throughout the Sahel alongside Nigerien Air Force partners. (U.S. Air Force photo by Tech.Sgt Stephanie Longoria)

Gli Stati Uniti consegnano al Niger il secondo C-130H Hercules

Gli Stati Uniti, alla presenza del incaricato d’affari di Washington a Niamey, hanno consegnato al Niger un secondo C-130H Hercules, già appartenuto all’USAF, nell’ambito di un programma di aiuti di oltre 30 milioni di dollari.

Tale programma riguarda, tra l’altro, la formazione del personale di volo e tecnico di terra, il supporto tecnico e logistico all’Aeronautica del Niger e la fornitura di parti di ricambio nonché carburante per i velivoli.

Tutto il programma di supporto all’Aeronautica del Niger è gestito dal comado US Air Forces in Europe – Air Forces Africa. La cooperazione tra Stati Uniti e Niger è iniziata nel 2013.

Inoltre, gli Stati Uniti hanno in corso investimenti relativi il rifacimento ed il potenziamento della Air Base 201 di Agadez dove, praticamente, hanno ricostruito e costruito ex novo palazzine, uffici ed hangar nonché rifatto la pavimentazione e dotato il sedime aeroportuale di nuova illuminazione.

Nell’ambito di questi lavori è stato ampliato l’hangar che ora è in grado di ospitare i due Lockheed Martin C-130H. Inoltre, sulla vicina Air Base 101 ed è in via di completamento la costruzione di un magazzino destinato a contenere le parti di ricambio.

I lavori non finiscono qui, perché il prossimo anno inizierà la costruzione di un nuovo hangar per la manutenzione locale dei C-130H , aumentando le capacità della Niger Air Force o Armée de l’Air du Niger in tale settore.

Il programma C-130H prevede la consegna di un terzo velivolo entro il 2022. Oltre le missioni di trasporto militare, i C-130H saranno impiegati anche per eseguire voli umanitari e di supporto alle popolazioni dell’area, sotto la supervisione statunitense.

Gli Stati Uniti hanno fornito anche 4 Cessna 208, di cui due configurati per missioni ISR, ed un Beechcraft King Air 350.

Attualmente, l’Aeronautica del Niger è dotata di 2 caccia bombardieri Sukhoi Su-25 ed è in attesa di ricevere i primi velivoli da addestramento e supporto ravvicinato Hürkuş-C prodotti in Turchia dalla TAI.

Sempre in Turchia il Niger ha acquistato dei sistemi UAS TB2 costruiti da Bayraktar per missioni ISR e di attacco di precisione in previsione di impiegarli contro gli insorgenti e contro i terroristi che operano nel Paese.

Nel 2019 sono stati ordinati in Russia 12 elicotteri da combattimento Mil Mi-35 a supporto dell’unico Hind disponibile.

Foto USAF/ Tech.Sgt Stephanie Longoria

Articolo precedente

La Finlandia annuncia ufficialmente l’acquisto di 64 F-35A Block 4

Prossimo articolo

L’Australia abbandona gli NH90 ed adotta i Blackhawk

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie