fbpx

Gli Stati Uniti offrono elicotteri da combattimento AH-1Z Viper e missili Hellfire II alla Slovacchia

Il Ministro della Difesa della Slovacchia, Jaroslav Nad, ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno recapitato al Governo di Bratislava un’offerta di acquisto comprensiva di 12 elicotteri da combattimento Bell AH-1Z Viper e 500 missili aria-superficie AGM-114 Hellfire II.

Questi elicotteri sarebbero costruiti ex novo da Bell Textron e costerebbero 340 milioni di dollari nell’ambito di un pacchetto del valore di oltre 1 miliardo di dollari; questa fornitura avverrebbe via canali di vendite militari estere (FMS) e Washington si accollerebbe oltre i 2/3 del costo.

La formula di pagamento per gli Slovacchi sarebbe particolarmente vantaggiosa perché gli Stati Uniti concederebbero una rateizzazione per un periodo di tre-quattro anni.

Washington offre questo pacchetto a titolo di compensazione della decisione slovacca di trasferire i tredici MiG-29A Fulcrum, ormai in deposito, ed un sistema missilistico antiaereo Kub all’Ucraina.

Peraltro, il Ministro Nad si è espresso favorevolmente a riguardo di questo pacchetto ma ha specificato che il Governo di Bratislava deve ancora decidere in merito.

La Slovacchia non ha al momento in dotazione elicotteri da combattimento; c’è da notare che i Viper, insieme agli UH-1Y Venom da trasporto/utility, sono in via di distribuzione alla vicina Repubblica Ceca in dieci esemplari per ciascuno dei due tipi di elicotteri; questa circostanza potrebbe portare i due Paesi a stabilire sinergie sulla gestione e manutenzione dei Viper, così come è già in atto per diversi sistemi d’arma che Praga e Bratislava hanno in comune presso le rispettive Forze Armate.

Sempre dagli Stati Uniti nel corso di quest’anno è attesa la consegna di una coppia di elicotteri UH-60M Black Hawk che saranno impiegati dalle Forze Speciali di Bratislava per operazioni di tipo CSAR; per eseguire l’impegnativo compito i due elicotteri saranno equipaggiati con mitragliere M134D-H, sistema di contromisure AN/AAR-57, sistema di protezione balistica (BPS), sistema FLIR per operazioni anche nelle ore notturne e Fast Rope Insertion/Extraction (FRIES).

Inoltre, attualmente la difesa aerea della Slovacchia è assicurata a rotazione dai caccia Gripen della Aeronautica Ceca e di quella Ungherese, in attesa della consegna tra il 2024 ed il 2025 e della conseguente operatività dei 14 caccia bombardieri F-16V Block 70/72 ordinati nel 2018

Infine, la Slovacchia riceverà dalla Unione Europea, a titolo di rimborso per altre forniture di sistema d’arma a favore dell’Ucraina, una somma di 250 milioni di euro (circa 270 milioni di dollari).

Foto @Bell Textronu

Articolo precedente

I Leopard 2A4 cechi riceveranno un secondo impianto antincendio

Prossimo articolo

Nuovo lotto di semoventi K9 e carri armati K2 arrivato in Polonia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie