Gli USA vogliono costruire un radar per le sorveglianza spaziale nel Regno Unito

0
343

Secondo quanto riportato dalla BBC, gli Stati Uniti hanno intenzione di costruire un sito radar di grandi dimensioni nel Regno Unito da dedicare alla sorveglianza spaziale.

Il sito, dalle dimensioni di circa un chilometro quadrato, farà parte della Deep Space Advanced Radar Capability (DARC) sviluppata dall’U.S. Space and Missile Systems Center.

Il tracciamento e l’identificazione di potenziali minacce spaziali sarà reso possibile da dieci o quindici antenne paraboliche da quindi metri di diametro.

Attualmente sono in corso le discussioni tra i due governi anche se il Ministero della Difesa britannico ha già fatto sapere di essere favorevole.

Un portavoce del MoD ha infatti affermato: “questa nuova capacità radar ha il potenziale per rendere lo spazio più sicuro, proteggendo i nostri sistemi satellitari e monitorando gli oggetti. Stiamo esplorando potenziali collaborazioni con gli Stati Uniti dul DARC e fino ad ore le discussioni sono state positive“.

Il Tenente Colonnello Jack Walker, USSF, ha affermato alla BBC che gli USA sono attualmente in trattativa con il Regno Unito per posizionare i radar “possibilmente in Scozia oppure più a sud.”

Come già avvenuto in passato, gli Stati Uniti hanno una lunga tradizione di radar di allerta precoce nel Regno Unito, l’intento di Washington è fare leva sulla sua forte rete di alleati per creare una avanzata rete di rilevamento, identificazione e tracciamento satellitare che copra la maggior parte delle orbite ritenute più sensibili.

Il sistema DARC è una integrazione al Space Surveillance Network (SSN) necessità di almeno tre siti per poter fornire dati accurati fino a 35.405 chilometri di distanza.

Le prestazioni del DARC gli consentono di monitorare oggetti posti in orbita geosincrona (GEO).

Oltre a Stati Uniti e Regno Unito un altro sito sarà probabilmente costruito in Australia.

Global Times, quotidiano strettamente legato al Partito Comunista Cinese, ha prontamente dichiarato attraverso un editoriale che la costruzione della rete di tracciamento satellitare DARC mostra l’arroganza degli Stati Uniti e che Cina e Russia devono “portare con i piedi per terra Washington” e prendere “contromisure per bloccare l’ambizioso progetto statunitense.”

Immagine di copertina: Space and Missile Systems Center – Special Programs Directorate (SMC/SP)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui