fbpx

Gripen svedesi ed F-35A danesi si esercitano congiuntamente

Nel mese di marzo, i caccia F-35A della Flyvevåbnet, o Reale Aeronautica Militare Danese ed i caccia Gripen della Svenska flygvapnet o Reale Aeronautica Militare Svedese hanno svolto esercitazioni congiunte di combattimento e cooperazione aerea. Le esercitazioni si sono svolte principalmente nelle aree di addestramento di Kattegat e dintorni e hanno coinvolto due caccia bombardieri F-35A danesi del Fighter Wing Skrydstrup e due caccia bombardieri Gripen svedesi del “Blekinge Flygflottilj” di Ronneby.

Questa collaborazione si basa sull’interesse reciproco delle due nazioni nel condividere esperienze e competenze per rafforzare la loro prontezza al combattimento.

Secondo il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Danese, il Generale Jan Dam, l’utilizzo delle reciproche capacità da parte dei vicini e stretti Alleati fornisce un grande valore di addestramento per i piloti e per il personale e dimostra l’ambizione di poter operare efficacemente insieme.

Le esercitazioni tra il Gripen svedese e l’F-35 americano sono anche un esempio di come affermati velivoli da combattimento e nuovi modelli debbano essere in grado di cooperare ed interagire sul campo di battaglia moderno. In particolare, l’F-35 di quinta generazione ha una capacità speciale di raccogliere ed elaborare grandi quantità di dati da condividere con altri Alleati e partner.

L’integrazione tra l’F-35 di Lockheed Martin e il Gripen di Saab porterà a una migliore capacità operativa congiunta, grazie alle eccezionali capacità di consapevolezza situazionale dell’F-35, di cui il Gripen può beneficiare. Allo stesso tempo, con l’avvenuta adesione della Svezia alla NATO, i Gripen in dotazione alla Svenska flygvapnet aumentano il numero di aerei da combattimento disponibili per l’Alleanza, sia di quarta che di quinta generazione.

Durante un addestramento congiunto con i piloti svedesi, un pilota danese di F-35 ha avuto modo di sperimentare il Gripen in azione. Il pilota ha descritto l’esperienza come interessante e diversa, sottolineando le sfide professionali che derivano dall’affrontare avversari sconosciuti e volare contro un aereo con un diverso stile di volo. Questo addestramento ha permesso di testare tattiche che normalmente non sono utilizzate, garantendo una maggiore preparazione operativa in caso di confronto con avversari reali.

Nell’autunno del 2023 la Danimarca ha trasferito i primi quattro di 27 F-35A ordinati sul suolo danese, mentre altri sei velivoli si trovano ancora negli Stati Uniti per eseguire voli ed attività di addestramento. Secondo i programmi i restanti diciassette Lightning II saranno consegnati da Lockheed Martin alla Flyvevåbnet entro il 2027. I velivoli F-35 hanno a disposizione gli hangar di nuova costruzione presso la Flyvestation Skrydstrup, nello Jutland meridionale.

Fonte e foto @Flyvevåbnet

Articolo precedente

MBDA Italia segna un 2023 record di ordini e più assunzioni all’orizzonte

Prossimo articolo

Marina Militare, acquisizione di tre veicoli autonomi subacquei IIBW-Blue Whale per ASW e ISR

Latest from Blog

Ultime notizie