fbpx

HENSOLDT sviluppa il dimostratore pod SIGINT per Eurodrone

Il fornitore di soluzioni di sensori HENSOLDT sta sviluppando apparecchiature di sensori che possono essere integrate in un pod per fornire all’Eurodrone recentemente commissionato una capacità di intelligenza dei segnali (SIGINT). 

La tecnologia dei sensori per la ricognizione di segnali radio e radar si basa su una combinazione delle più recenti tecnologie di digitalizzazione, orientamento elettronico del raggio e stampa 3D metallica, alcune delle quali HENSOLDT ha già sviluppato nella sua famiglia di prodotti “Kalaetron”. 

Il contratto per l’implementazione e il collaudo di un dimostratore SIGINT del valore di circa 15 milioni di euro è stato ora assegnato dall’Ufficio federale per le attrezzature, la tecnologia dell’informazione e il supporto in servizio della Bundeswehr (BAAINBw).

Grazie alla nostra esperienza con altri progetti SIGINT e ai nostri programmi tecnologici, siamo in grado di offrire una soluzione SIGINT flessibile per l’Eurodrone che può essere integrata in un pod, ma può anche essere utilizzata in rete con altre piattaforme“, afferma Christoph Ruffner, Responsabile della Divisione Spectrum Dominance & Airborne Solutions presso HENSOLDT

Oltre alla suite di sensori stessa, HENSOLDT sta anche sviluppando un’architettura di sistema per integrare la capacità SIGINT nel futuro sistema di missione dell’Eurodrone come parte di questo contratto.

La famiglia di prodotti “Kalaetron” è già utilizzata, tra gli altri, nei sistemi di autoprotezione e di intelligence dei segnali delle Forze Armate Tedesche. 

Di propria iniziativa, HENSOLDT ha già dimostrato le sue capacità di ricognizione delle comunicazioni (C-ESM) nei test a terra e in volo. Gli elementi centrali del sistema sono un ricevitore a banda larga completamente digitalizzato, un’antenna controllabile elettronicamente e una struttura condensata dei componenti elettronici che è stata resa possibile solo dalla stampa 3D metallica. In combinazione, questi elementi consentono di incorporare l’apparecchiatura SIGINT in un sistema pod compatto che può essere facilmente integrato in piattaforme volanti, ma anche ridimensionato per applicazioni marittime e terrestri.

Fonte e foto HENSOLDT

Articolo precedente

Telespazio e la società tedesca DLR-GfR confermano il loro pieno impegno nel programma Galileo attraverso la joint venture Spaceopal

Prossimo articolo

Telespazio rafforza la partnership con il settore spaziale turco

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Saab continua lo sviluppo del Gripen

Saab ha comunicato di aver ricevuto un ordine da Försvarets materielverk (FMV) l’Amministrazione svedese dei materiali di difesa per continuare a sostenere…

Ultime notizie