I missili Meteor a bordo degli Eurofighter tedeschi

0
728

Il Taktische Luftwaffengeschwader 74 ha avviato un ciclo di prove e di valutazione dei missili aria-aria a lungo raggio (BVR) MBDA Meteor a bordo dei suoi caccia Eurofighter.

Infatti, il TaktLwG 74 ha iniziato una serie di prove senza procedere a tiri reali per ottenere la “massa” di dati necessari per comprendere l’impatto che ha il missile Meteor sull’aerodinamica del velivolo, nonché relativamente le prestazioni ed i consumi del Typhoon configurato con il potente missile europeo.

Il Meteor è un missile aria-aria a guida radar attiva, dotato di un ramjet a combustibile solido che conferisce al ordigno una portata di oltre 140 km.

Ha un peso di circa 190 kg, una lunghezza di 3,65 metri ed un diametro di 178 mm, valori non troppo dissimili da quelli dello statunitense AMRAAM (152 kg, lunghezza di 3,7 mt e diametro di 180 mm). Finora gli Eurofighter sono stati armati con il missile AMRAAM; pertanto, si sono rese necessarie piccole modifiche strutturali per ottenere la piena compatibilità con il missile Meteor. Proprio l’impatto di queste modifiche sul Eurofighter è al centro del ciclo di prove eseguito dal TaktLwG 74.

Il Meteor raggiunge una velocità massima di oltre Mach 4 ed è dotato di una testata ad alto esplosivo pre frammentato con spoletta programmabile di prossimità o ad impatto diretto.

Il missile ha un sistema di guida inerziale con aggiornamento a metà corsa dei dati del bersaglio tramite data link, con homing radar attivo nella fase terminale del ingaggio.

Il Meteor è costruito da un consorzio multinazionale con MBDA che è presente con tutte le divisioni UK, France, Deutsch, Italia, la svedese Saab, la tedesca Bayern-Chemie, la spagnola Inmize.

La Germania, fin qui, ha piazzato un paio di ordini, rispettivamente nel 2013 e nel 2019, per complessivi 250 missili Meteor.

Fonte: Luftwaffe

Foto: Bundeswehr/Marcello Totaro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui