fbpx

I Paesi Bassi ricevono la prima coppia di elicotteri da combattimento AH-64E

A Fort Hood lo scorso dicembre, il 302° Squadron della Koninklijke Luchtmacht ha preso in consegna la prima coppia di nuovi elicotteri da combattimento Boeing AH-64E Apache Guardian presso il Robert Gray Army Air Field.

Durante la cerimonia svolta nell’hangar dell’unità, sono stati consegnati al comandante dell’unità i due predetti elicotteri AH-64E v6 Apache Guardian. 

I nuovi Apache sono i primi due elicotteri che saranno gestiti dall’unità di Fort Hood ed il 302° Squadron sarà responsabile dell’addestramento dei piloti attuali e futuri, nonché dei tecnici di manutenzione nei prossimi anni.

Il comandante dello squadrone olandese ha aggiunto che gli elicotteri aggiornati allo standard E v6 più recente sono in grado di integrarsi meglio con i sistemi più recenti, sia ad ala fissa che con velivoli senza pilota, grazie all’adozione del sistema data Link 16.

La Koninklijke Luchtmacht gestisce gli elicotteri d’attacco AH-64 Apache modello D (Delta) dal 1998.

La consegna degli Apache modello E (Echo) rigenerati dall’industria rappresenta il passo successivo in questa partnership a lungo termine. Gli elicotteri d’attacco Apache continuano a svolgere un ruolo essenziale nella difesa europea e sono attualmente gestiti da diverse nazioni alleate europee.

La modernizzazione significa che gli Apache Delta saranno completamente smantellati. Alcune parti sono mantenute, molte parti sono aggiornate, altre, infine, completamente sostituite. Gli elicotteri dello standard Echo hanno una nuova fusoliera e nuove pale del rotore principale; inoltre, sono caratterizzati per avere a disposizione maggiore potenza grazie all’adozione di turbo alberi T700-GE-701D più performanti, nuovi computer, nuove radio e sistemi di trasmissione/ricezione dati Link 16 nonché sensori migliorati tra cui sistemi radar Longbow aggiornati che hanno acquisito anche una capacità antinave, fondamentale per eventuali impieghi imbarcati.

Gli Apache aggiornati alla versione Echo hanno in dotazione anche un nuovo e più efficiente sistema di autoprotezione nonché un avanzato sistema di autodiagnosi che permette di ottenere una maggiore efficienza ed aumento dei tassi di disponibilità della linea.

L’abitacolo per l’equipaggio sarà rinnovato e dotato di schermi per la visione a colori ad alta definizione (HD), al posto di quelli finora in uso visibili solo nei toni del verde.

Fino al 2025 compreso, 28 elicotteri saranno convertiti dalla variante Delta alla variante Echo. Entro il novembre del prossimo anno è previsto il ritorno dagli Stati Uniti del primo Apache Echo nei Paesi Bassi.

L’AH-64E v6 è la configurazione più moderna rilasciata dell’elicottero d’attacco Apache. Dal 1984, più di 2.600 elicotteri AH-64 Apache sono stati consegnati all’US Army ed a 17 clienti internazionali. 

Attualmente, vi sono più di 1.260 elicotteri Boeing AH-64 Apache che operano in tutto il mondo; di questi più di 665 appartengono al modello E.

Foto US Army/Eric Franklin, Fort Hood Public Affairs

Articolo precedente

Gli Stati Uniti consegnano al Niger il terzo velivolo da trasporto C-130 Hercules

Prossimo articolo

Il sistema missilistico Spyder ora è in grado di affrontare anche la minaccia missilistica balistica tattica

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie