fbpx

I principali programmi delle Forze Armate Francesi nel 2023

Per il 2023 per l’Aeronautica Francese è prevista la consegna di 13 cacciabombardieri Dassault Rafale e 3 velivoli da rifornimento e trasporto strategico Airbus A330 MRTT Phénix.

Sempre l’Armée de l’AIr et de l’Espace riceverà 13 cacciabombardieri Dassault Mirage 2000D rinnovati, 2 aerei da trasporto a lungo raggio Airbus A400M Atlas ed un satellite per comunicazioni protette Syracuse IV.

La Marina riceverà 1 sottomarino d’attacco a propulsione nucleare (SNA/SSN), il primo dei quattro rifornitori di squadra (BRF) derivati da nave Vulcano ed 1 Pattugliatore d’Oltrermare (POM), 1 sistema di sminamento navale a controllo remoto SLAM-F e 3 velivoli da pattugliamento marittimo Dassault ATL 2 ammodernati.

All’Esercito saranno assegnati 18 carri armati Leclerc ammodernati, 123 Veicoli Blindati VBMR Griffon, 119 Veicoli Blindati Serval, 22 autoblindo da ricognizione e combattimento EBCR Jaguar e 8660 fucili d’assalto H&K416F, tutti appartenenti al programma di rinnovamento e potenziamento Scorpion, nonché 200 missili ATGM MBDA MMP Akéron.

Inoltre, saranno consegnati 5 elicotteri da combattimento Airbus (Eurocopter) Tigre ammodernati allo standard Mk2 (HAD) e 5 elicotteri da trasporto NHIndustries NH90 Caiman per l’ALAT (Aviation Légère de l’Armée de Terre) e 9 velivoli a pilotaggio remoto Safran Patroler per impieghi tattici.

Per il 2023 saranno poste commesse nell’interesse dell’Aeronautica per ben 42 cacciabombardieri Dassault Rafale, 10 terminali satellitari Syracuse IV, 4 sistemi di missione per velivoli da trasporto Airbus (CASA) Cn-235, 2 sistemi di evacuazione sanitaria per velivoli A400M, 10 kit per elicotteri Airbus H225M Caracal ed un lotto di missili MBDA Aster 30 Block 1NT per difesa antimissile in grado di ingaggiare missili balistici a media portata.

Gli ordini per la Marine Nationale prevedono i contratti per lo studio della nuova portaerei a propulsione nucleare, missili anti nave Exocet, missili antiaerei Aster 30, 3 sistemi di difesa anti drone e diciannove stazioni navali di comunicazione satellitare Syracuse IV.

Infine, l’Armée de Terre nel 2023 ordinerà 420 veicoli blindati Serval, 22 elicotteri di manovra di nuova generazione (con buona approssimazione NH90), 22 veicoli per Forze Speciali, 8000 fucili d’assalto H&K416F, un nuovo lotto di missili ATGM MMP Akéron e 46 terminali terrestri per comunicazioni satellitari Syracuse IV.

Foto Armèe de l’Air et de l’Espace

Articolo precedente

La LPD Yushan consegnata alla Marina di Taiwan

Prossimo articolo

Colpo di stato in Burkina Faso

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Altri quattro Gripen in Ungheria

Saab ha comunicato di aver sottoscritto un contratto con l’Amministrazione svedese dei materiali di difesa (FMV) ed ha ricevuto un ordine per…

Ultime notizie