mercoledì, Gennaio 19, 2022

I Sabrah Ascod ed i Sabrah Pandur II prossimi ad essere consegnati alle Filippine

-

L’Esercito Filippino o Philippine Army dovrebbe ricevere nel corso di quest’anno 20 nuovi carri armati leggeri Sabrah ASCOD prodotti da Elbit Systems Land che dovrebbero migliorare notevolmente le sue capacità di protezione e potenza di fuoco.

Tali veicoli blindati fanno parte del progetto di acquisizione di carri armati leggeri dell’Esercito Filippino nell’ambito di Horizon Two del programma di modernizzazione delle forze armate rivisto (RAFPMP).

Inoltre, è prevista la consegna di altri 10 veicoli da combattimento leggeri Sabrah PANDUR II 8×8 entro il 2023.

I nuovi carri armati leggeri armati con un cannone da 105/52 mm una volta consegnati saranno assegnati al 1° Battaglione Carri della Divisione Corazzata.

Il contratto per questi Sabrah ASCOD vale circa 9,4 miliardi di PHP ed è stato stipulato tramite la modalità “Gov to Gov”.

L’ASCOD è un veicolo cingolato prodotto da General Dynamics  European Land Systems (GDELS).

La soluzione del carro leggero “Sabrah” da 30 ton offre una combinazione di potente capacità di fuoco ed elevata manovrabilità. La piattaforma ASCOD è dotata di una torretta da 105 mm e di una gamma di sottosistemi di Elbit, tra cui mirini elettro-ottici, sistemi antincendio, TORCH-X, sistemi di gestione delle battaglie, radio E-LynX definiti dal software e sistemi di supporto.

Pertanto, l’Esercito Filippino immetterà in servizio tra il 2022 ed il 2023 trenta moderni veicoli da combattimento dotati della comune torretta armata di cannone da 105/52 mm messa a punto dall’israeliana Elbit Systems.

La torretta è dotata di sistema di caricamento automatico ed è manovrata da capocarro e cannoniere. Il sistema di caricamento automatico in caso di necessità può essere sostituito dalla procedura di caricamento manuale.

Sulla Sabrah è’ installato un sofisticato sistema del controllo del fuoco, con sistema panoramico di osservazione e scoperta diurna e notturna dotato di Autro Tracker nonché telemetro laser; la torretta è stabilizzata su due assi il che permette di sparare con precisione da fermo ed in movimento.

Il cannone da 105/52 mm ha un rateo di fuoco di sei colpi al minuto, affiancato da una mitragliatrice coassiale calibro 7,62×51 mm con cinquecento colpi pronti al tiro ed ha una portata effettiva di ingaggio di 3.600 metri.

Le dotazioni prevedono 36 proiettili da 105 mm (Standard NATO) APFSDS, HESH, HEP-T e M110 HE-MP-T di cui 12 in un serbatoio del caricatore automatico e 24 stivati a bordo.

Per la mitragliatrice coassiale calibro 7,62 mm la riserva è di 1.500 proiettili.

La torretta Sabrah, il cui livello di protezione balistica è Livello 4 della STANAG 4, è dotata di 8 lancia granate fumogene da 76 mm ed opzionalmente può essere dotata di 2 ATGM (Anti Tank Guided Missiles), verosimilmente missili Rafael Spike (di cui le Filippine sono già in possesso n.d.r.).

Ultime notizie

La Royal Australian Air Force (RAAF) ha ricevuto la prima testata BLU-111 (AUS) B/B prodotta in Australia per le Guided...
La fregata FREMM Carlo Margottini della Marina Militare ha eseguito manovre navali insieme alle unità della Sesta Flotta dell'U.S....
Il Lockheed Martin Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT ha completato con successo i voli di prova del profilo di missione FLRAA...
Le rotte seguite dagli aerei in Europa stanno diventando di giorno in giorno sempre più interessanti da analizzare.A causa...

Da leggere

SPIRA 2 per l’Aeronautica Militare Italiana

E' stato presentato in Parlamento il programma SPIRA 2-Programma...